Nuove linee guida sul diabete di tipo 2

Calo ponderale obiettivo primario

Uno degli obiettivi primari nella gestione del diabete di tipo 2 è il calo ponderale. Lo segnalano le nuove linee guida sulla malattia redatte dagli esperti dell'Associazione europea per lo studio del diabete (EASD) e dell'American Diabetes Association (ADA) pubblicate in contemporanea su Diabetologia e Diabetes Care.
Jennifer Brigitte Green, docente di medicina, endocrinologia, metabolismo e nutrizione alla Duke University School of Medicine e membro del panel di esperti, spiega: ¬ęIl documento, l'ultimo aggiornamento sulla gestione dell'iperglicemia nel DM2 dal 2019, raccomanda, oltre al controllo del peso, la metformina come terapia di prima linea nei pazienti con DM2 senza comorbidit√†, ampliando le indicazioni per l'uso di altri farmaci in sottogruppi selezionati¬Ľ.
Dal documento emerge un'attenzione particolare per la terapia combinata con agenti ipoglicemizzanti nei soggetti con HbA1c alla diagnosi sopra 8,5, nei giovani con DM2 (indipendentemente dai valori d HbA1c) e in coloro in cui è necessaria una rapida protezione cardiorenale oltre all'effetto ipoglicemizzante.
Da non sottovalutare gli effetti di altre componenti come il riposo notturno e l'attivit√† fisica. Riguardo al calo ponderale, gli esperti affermano che una perdita di peso del 5-10% garantisce un miglioramento metabolico, mentre un calo del 10-15% e oltre pu√≤ modificare il decorso della malattia portando alla remissione del DM2, definita come persistenza di glicemia normale per 3 mesi o pi√Ļ in assenza di farmaci.
¬ęPerdere peso porta benefici che vanno oltre la gestione della glicemia, migliorando i fattori di rischio cardiometabolici e la qualit√† della vita¬Ľ, conclude Green.

Fonti: Diabetologia 2022. Doi: 10.1007/s00125-022-05787-2
Diabetologia

Diabetes Care 2022. Doi: 10.2337/dci22-0034
Diabetes Care

10/11/2022 10:55:00 Andrea Piccoli


Notizie correlate