Uno stile di vita sano previene le malattie intestinali

Riduzione del 60 per cento del rischio di insorgenza dei disturbi

Uno studio apparso su Gut segnala l'influenza positiva dello stile di vita sul rischio di insorgenza delle malattie intestinali. Stando alle stime, l'adozione di abitudini corrette preverrebbe il 60% dei casi di malattie infiammatorie intestinali (IBD).
┬źAlcune ricerche pubblicate in precedenza hanno collegato il rischio di IBD con diversi fattori dello stile di vita, ma non ├Ę chiaro se l'adozione e il mantenimento di uno stile di vita sano possa ridurre il rischio di sviluppare queste patologie┬╗, spiega Emily Lopes del Massachusetts General Hospital di Boston, prima autrice del lavoro.
Lo studio ha utilizzato i dati dei partecipanti a 3 studi longitudinali sugli operatori sanitari americani.
Punteggi di rischio modificabili (MRS) sono stati creati per ciascun partecipante sulla base di fattori di rischio modificabili per IBD in modo da stimare la percentuale di casi di IBD potenzialmente evitabili. I fattori di rischio includevano peso (indice di massa corporea, IMC), fumo, uso di farmaci antinfiammatori non steroidei, attività fisica, e assunzione giornaliera di frutta, fibre, verdura, acidi grassi polinsaturi (PUFA) e carne rossa.
├ł stata poi calcolata la percentuale di casi evitabili con l'adozione e il mantenimento di uno stile di vita complessivamente sano caratterizzato dai seguenti parametri: IMC tra 18,5 e 25, assenza di fumo, attivit├á fisica settimanale, almeno 8 porzioni giornaliere di frutta e verdura, meno di mezza porzione giornaliera di carne rossa, almeno 25 g di fibra al giorno, almeno due porzioni settimanali di pesce, almeno mezza porzione giornaliera di noci/semi, e un massimo di una bevanda alcolica al giorno per le donne o due per gli uomini.
Nel corso del follow up sono emersi 346 casi di morbo di Crohn e 456 casi di colite ulcerosa. I ricercatori hanno stimato che un basso MRS avrebbe potuto prevenire rispettivamente il 43% e il 44,5% dei casi di malattia di Crohn e di colite ulcerosa. Nel caso di mantenimento di uno stile di vita sano, si registrava una riduzione del 61% dei casi di malattia di Crohn e del 42% dei casi di colite ulcerosa. I ricercatori hanno applicato i sistemi di punteggio ai dati di tre grandi studi europei di coorte per convalidare i loro risultati, e l'analisi dei dati ha mostrato che un basso MRS e il mantenimento di uno stile di vita sano avrebbero potuto prevenire, rispettivamente, il 44%-51% e il 49%-60,5% dei casi di malattia di Crohn e il 21%-28% e il 47%-56,5% dei casi di colite ulcerosa.

Fonte: Gut 2022. Doi: 10.1136/gutjnl-2022-328174
Gut

04/01/2023 16:45:00 Andrea Sperelli


Notizie correlate