Covid, un mix di anticorpi per prevenirlo

Efficaci i risultati della profilassi pre-esposizione di AstraZeneca

L'Agenzia europea del farmaco Ema ha iniziato a valutare il mix di anticorpi monoclonali di AstraZeneca che promette di prevenire Covid-19.
L'analisi del farmaco avverrà in regime di revisione continua (rolling review), procedura già utilizzata per i vaccini che consente un risparmio di tempo nell'ottica dell'autorizzazione del farmaco.
Lo studio di fase III Provent ha indagato gli effetti della “prima combinazione di due anticorpi a lunga durata d’azione (Laab) per prevenire Covid-19”.
“AZD7442 ha ridotto del 77% il rischio di sviluppare Covid-19 in forma sintomatica, rispetto al placebo”, fa sapere la società. AZD7442 è una combinazione di anticorpi (non vaccini) modificata per fornire potenzialmente una protezione di lunga durata ed è, puntualizza l’azienda, “la prima che ha dimostrato la prevenzione di Covid in un trial clinico, ottenendo una riduzione statisticamente significativa dell’incidenza di Covid sintomatico”.
Lo studio Provent ha coinvolto 5.197 soggetti. Oltre il 75% dei soggetti trattati mostrava comorbilità, fra cui condizioni che causano ridotta risposta immunitaria alla vaccinazione. Sono emersi solo 25 casi di Covid-19 sintomatico nell’analisi primaria.
“I dati – spiega Myron J. Levin, professore di pediatria e medicina della University of Colorado School of Medicine e ricercatore principale dello studio – mostrano che una dose di AZD7442, somministrata per via intramuscolare, può prevenire rapidamente ed efficacemente Covid sintomatico. Si tratta di uno strumento importante nel nostro arsenale per aiutare le persone che potrebbero aver bisogno di più di un vaccino per tornare alle loro vite normali”.
“Abbiamo bisogno di approcci aggiuntivi per le persone che non sono adeguatamente protette dai vaccini Covid – gli fa eco Mene Pangalos, Executive Vice President, BioPharmaceuticals R&D – Siamo molto incoraggiati da questi dati di efficacia e sicurezza nelle persone ad alto rischio, che dimostrano che la combinazione di anticorpi a lunga durata d’azione ha il potenziale per proteggere da malattie sintomatiche e gravi, insieme ai vaccini. Non vediamo l’ora di condividere ulteriori dati dal programma di sperimentazione clinica di Fase III entro la fine dell’anno”.
Analisi in vitro dimostrano la capacità di AZD7442 di neutralizzare anche le recenti varianti di Sars-CoV-2, compresa la Delta, ormai dominante in molti paesi del mondo.

14/10/2021 15:10:00 Andrea Sperelli

Notizie correlate

Covid, e se Omicron fosse una buona notizia?

  • C’è l’ipotesi che sia più contagiosa ma meno grave
    (Continua)




Covid, nutrizione fondamentale per un buon recupero

  • Molto comuni la perdita di peso e i problemi alimentari in chi è colpito
    (Continua)




Covid e cancro, c’è una firma molecolare

  • Caratterizza i pazienti con tumore e affetti da Covid-19
    (Continua)




Covid, il vaccino ha già evitato migliaia di morti





Covid, la nuova variante sudafricana





Covid, l’inverno è un alleato

  • La stagione fredda favorisce trasmissione e gravità della malattia
    (Continua)




Maribavir per l’infezione da citomegalovirus





Covid, a 5 mesi dal vaccino il rischio risale

  • La capacità neutralizzante di Pfizer si riduce velocemente
    (Continua)




Long Covid, nuovo studio esclude danni cerebrali

  • I sintomi sarebbero causati dai postumi dell’infiammazione sistemica
    (Continua)




Nuovo approccio contro l’infezione da coronavirus

  • Bloccare ACE2 per impedire al virus di entrare nell’organismo
    (Continua)




Covid, arriva il super green pass

  • Il governo è intenzionato a irrobustire i divieti per i non vaccinati
    (Continua)




Covid, i test rapidi non sono affidabili





Covid-19 e obesità, spiegato il nesso

  • Alla base dei rischi maggiori c’è lo stato di infiammazione sistemica
    (Continua)




La mascherina dimezza l’incidenza di Covid-19





Covid, la variante della variante

  • In Inghilterra si sta diffondendo una sottovariante di Delta
    (Continua)




Un vaccino per la malattia di Lyme





Covid, quanto è pericoloso per i bambini?

  • Uno studio inglese sembra rassicurare riguardo alle conseguenze più gravi
    (Continua)




Un anticorpo monoclonale contro il Long Covid

  • Corregge le disfunzioni immunitarie presenti nei pazienti suscettibili
    (Continua)




La terza dose funziona, Israele lo dimostra

  • Nessun decesso nel primo paese che ha cominciato la campagna
    (Continua)