L'idratazione per depurarsi dopo gli eccessi

Una corretta idratazione aiuta i processi digestivi

Una corretta idratazione è fondamentale per rimanere in salute. Nel periodo delle festività, come quelle pasquali, fra pranzi e cene in famiglia e con amici, cresce la tentazione di indulgere in qualche peccato di gola di troppo. L'idratazione, proprio in questi momenti di abbuffate, assume ancor di più un ruolo di primaria importanza, perché ci aiuta nel processo digestivo.
“Idratarsi nel modo corretto e iniziare a seguire una dieta equilibrata sono i primi passi per rimettersi in forma dopo gli sgarri che ci siamo concessi durante le feste come quelle pasquali” - evidenzia il Professor Alessandro Zanasi, esperto dell'Osservatorio Sanpellegrino e membro della International Stockholm Water Foundation. “Per depurare il nostro organismo e raggiungere questo obiettivo, l'acqua si rivela ancora una volta un “alleato” prezioso. Una corretta idratazione permette infatti di eliminare sostanze nocive, scorie e minerali inorganici, ovvero quelle sostanze prodotte dall'organismo per trasformare gli alimenti e l'ossigeno in nutrizione ed energia”.
L'idratazione è quindi fondamentale per garantire una facile eliminazione di queste scorie ed è un presupposto indispensabile perché questo processo vitale avvenga in modo regolare. Al contrario invece, quando siamo disidratati, costringiamo il nostro corpo a trattenere questi residui e a eliminarli in modo meno efficiente, obbligando rene e ghiandole sudoripare (ovvero le strutture deputate all'eliminazione dei sali minerali e delle scorie prodotte dalla digestione) a lavorare di più e con maggior sforzo. Idratarsi quotidianamente quindi, assumendo la giusta quantità di liquidi, può davvero fare la differenza.
È necessario, per garantire il benessere fisico e mentale del nostro corpo, bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno, al fine di favorire l'eliminazione delle tossine. Questa abitudine giornaliera è di fondamentale importanza sempre, ed è ancora più preziosa quando le scorie accumulate sono il frutto di un periodo di bagordi.

11/04/2023 11:00:00 Andrea Sperelli


Notizie correlate