Covid, due dosi di Pfizer efficaci contro tutte le varianti

L’efficacia si attesta al 90 per cento anche dopo 6 mesi

Per almeno 6 mesi, due dosi del vaccino di Pfizer-BioNTech si confermano efficaci al 90% contro tutte le varianti note di Sars-CoV-2.
A confermarlo è uno studio del Kaiser Permanente Southern California (KPSC) health system e Pfizer pubblicato sulla rivista The Lancet.
Nel corso dello studio, l’efficacia nei confronti del contagio si è ridotta passando all’88% entro un mese e al 47% dopo 6 mesi. Tuttavia, la protezione contro le forme gravi della malattia è rimasta molto alta, circa il 90%.
I risultati dello studio tedesco confermano le conclusioni dei Cdc americani e del ministero della Salute di Israele, che avevano reso noti dati di efficacia simili. La ricerca evidenzia ancora una volta, quindi, la necessità di monitorare l’efficacia del vaccino nel tempo per capire quali segmenti di popolazione dovrebbero accedere prima alla terza dose.
L'efficacia del vaccino contro le infezioni della variante delta a un mese dopo le due dosi di BNT162B2 era del 93% ed è scesa al 53% dopo quattro mesi. L'efficacia contro altre varianti (non delta) un mese dopo aver ricevuto due dosi è stata del 97% ed è scesa al 67% dopo quattro mesi. L'efficacia contro i ricoveri correlati alla Delta è rimasta elevata (93%) per tutta la durata del periodo di studio. "La nostra analisi specifica mostra chiaramente che il vaccino BNT162b2 è efficace contro tutte le attuali varianti preoccupanti, inclusa la Delta. Le infezioni da Covid-19 nelle persone che hanno ricevuto due dosi di vaccino sono pertanto molto probabilmente dovute alla diminuzione di efficacia e non causate dalla Delta o altre varianti che sfuggono alla protezione del vaccino", ha affermato Luis Jodar, vicepresidente senior e direttore medico Pfizer Vaccines.

05/10/2021 14:15:00 Andrea Sperelli

Notizie correlate

Covid, e se Omicron fosse una buona notizia?

  • C’è l’ipotesi che sia più contagiosa ma meno grave
    (Continua)




Covid, nutrizione fondamentale per un buon recupero

  • Molto comuni la perdita di peso e i problemi alimentari in chi è colpito
    (Continua)




Covid e cancro, c’è una firma molecolare

  • Caratterizza i pazienti con tumore e affetti da Covid-19
    (Continua)




Covid, il vaccino ha già evitato migliaia di morti





Covid, la nuova variante sudafricana





Covid, l’inverno è un alleato

  • La stagione fredda favorisce trasmissione e gravità della malattia
    (Continua)




Maribavir per l’infezione da citomegalovirus





Covid, a 5 mesi dal vaccino il rischio risale

  • La capacità neutralizzante di Pfizer si riduce velocemente
    (Continua)




Long Covid, nuovo studio esclude danni cerebrali

  • I sintomi sarebbero causati dai postumi dell’infiammazione sistemica
    (Continua)




Nuovo approccio contro l’infezione da coronavirus

  • Bloccare ACE2 per impedire al virus di entrare nell’organismo
    (Continua)




Covid, arriva il super green pass

  • Il governo è intenzionato a irrobustire i divieti per i non vaccinati
    (Continua)




Covid, i test rapidi non sono affidabili





Covid-19 e obesità, spiegato il nesso

  • Alla base dei rischi maggiori c’è lo stato di infiammazione sistemica
    (Continua)




La mascherina dimezza l’incidenza di Covid-19





Covid, la variante della variante

  • In Inghilterra si sta diffondendo una sottovariante di Delta
    (Continua)




Un vaccino per la malattia di Lyme





Covid, quanto è pericoloso per i bambini?

  • Uno studio inglese sembra rassicurare riguardo alle conseguenze più gravi
    (Continua)




Un anticorpo monoclonale contro il Long Covid

  • Corregge le disfunzioni immunitarie presenti nei pazienti suscettibili
    (Continua)




La terza dose funziona, Israele lo dimostra

  • Nessun decesso nel primo paese che ha cominciato la campagna
    (Continua)