Vaccini anti-Covid sicuri anche per chi è allergico

Rischiose solo le precedenti reazioni al polietilenglicole

Soffrire di gravi allergie non impedisce di vaccinarsi per la prevenzione di Covid-19. Lo conferma un'analisi degli allergologi del Massachusetts General Hospital che hanno esaminato i dati di oltre 65.000 persone vaccinate con Pfizer, Moderna e AstraZeneca.
Lo studio, pubblicato sul Journal of Allergy and Clinical Immunology: in Practice, svela che anche i soggetti allergici a cibi, farmaci orali, lattice e a punture di insetti possono ricevere i vaccini, anche nel caso abbiano già sperimentato episodi di anafilassi. Soltanto precedenti reazioni al polietilenglicole potrebbero suggerire ai medici di evitare la profilassi.
Secondo il documento, sono sufficienti poche e semplici domande per individuare le persone adatte a ricevere i vaccini, senza bisogno di una visita allergologica.
"Con l'esperienza, siamo stati in grado di restringere in modo significativo il gruppo di pazienti con precedenti allergie che richiedono una valutazione specialistica prima della vaccinazione Covid-19", afferma l'autore senior Kimberly G. Blumenthal, co-direttore del Programma di epidemiologia clinica della divisione di allergia del Massachusetts General Hospital. "Ora consigliamo solo ai rari individui che hanno avuto una recente grave reazione allergica al polietilenglicole, un ingrediente dei vaccini, di rivolgersi a uno specialista per una valutazione, che può includere test cutanei".
"Il nostro obiettivo è consentire a quante più persone possibile di ricevere un vaccino per il Covid-19 in modo sicuro ed evitare inutili esitazioni a causa della mancanza di conoscenze", afferma l'autore principale Aleena Banerji, direttore clinico dell'Unità di allergologia e immunologia dell'ospedale.

22/04/2021 14:30:00 Andrea Sperelli


Notizie correlate