La dermatite atopica aumenta il rischio di demenza senile

Incidenza più alta negli anziani affetti dalla malattia dermatologica

Gli anziani che soffrono di dermatite atopica hanno anche maggiori probabilità di sviluppare forme di demenza. A dirlo è uno studio apparso sul Journal of the American Academy of Dermatology secondo cui in questa categoria di pazienti il rischio di demenza sale del 27%.
Lo studio coordinato da Alexa Magyari e dai suoi colleghi della University of California Berkeley School of Public Health mostra come l'infiammazione cronica della pelle possa rappresentare un importante predittore e un meccanismo coinvolto nell'insorgenza e nella progressione dei cambiamenti neuropatologici osservati nella demenza.
La dermatite atopica colpisce fra il 5 e il 15% delle persone con oltre 60 anni. Due studi precedenti hanno già segnalato l'associazione con un maggiore rischio di demenza, ma mostravano limiti nel disegno della ricerca, soprattutto perché supportati da diagnosi autodichiarate e con campioni di modeste dimensioni.
Gli scienziati californiani hanno realizzato uno studio di coorte longitudinale sui dati delle cartelle sanitarie elettroniche dell'Health Improvement Network (THIN) britannico, che includeva pazienti di età compresa tra 60 e 100 anni senza precedente di diagnosi di demenza.
In totale, hanno partecipato allo studio 1,7 milioni di persone, circa 57mila dei quali hanno avuto una diagnosi di demenza su 12.618.801 anni persona di follow-up, pari a un tasso di incidenza 45/10.000 anni persona. L'eczema è stato diagnosticato nel 12% dei soggetti (poco più di 213mila) con diagnosi di demenza. Tra questi 94.926 soggetti soddisfacevano i criteri diagnostici per l'eczema atopico prima dell'inizio del follow-up e 118.518 durante il follow-up.
Fra i pazienti con dermatite l'incidenza era di 57/10.000 anni persona (12,1% della popolazione studiata) rispetto a 44/10.000 anni persona in quelli senza eczema. Dopo l'aggiustamento per i fattori confondenti il risultato si è tradotto in un aumento complessivo del rischio di demenza del 27% nei soggetti con eczema, con il rischio più elevato in caso di malattia cutanea grave.
«Sono necessarie ulteriori ricerche per identificare il meccanismo attraverso il quale la dermatite atopica è correlata alla demenza», hanno spiegato gli autori. «Ipotizziamo che possa essere correlato all'infiammazione, dal momento che i pazienti con eczema atopico hanno livelli più elevati di marcatori infiammatori sierici, che sono stati collegati a cambiamenti strutturali nella sostanza bianca, declino cognitivo e demenza. La dermatite è stata inoltre associata a scarsità di sonno, un fattore che può essere coinvolto nella patogenesi della demenza. I pazienti con eczema atopico in un'ampia coorte di assistenza primaria basata sulla popolazione mostravano un piccolo aumento del rischio di demenza. Questa condizione dermatologica è comune tra gli anziani, quindi in futuro andrebbe studiato l'impatto dello screening dei pazienti con eczema atopico per il deterioramento cognitivo nell'età adulta».

28/04/2022 09:50:00 Andrea Sperelli


Notizie correlate