Incontinenza, poche donne cercano una cura

Fanno ricorso a palliativi che non risolvono il problema

Soffrire di incontinenza urinaria ├Ę senza dubbio motivo di imbarazzo. Tuttavia, il disturbo ├Ę comune e relativamente di facile soluzione. A ricordarlo sono i medici dello University of Michigan Institute for Healthcare Policy and Innovation, che hanno commissionato un sondaggio sul fenomeno su un campione di 1000 donne fra i 50 e gli 80 anni.
I risultati indicano che soltanto un terzo delle intervistate si ├Ę rivolto a un medico e il 38% ha eseguito gli esercizi di Kegel per il rafforzamento dei muscoli pelvici.
Nella maggior parte dei casi, invece, le donne continuano a convivere con il problema limitandosi a usare assorbenti o biancheria intima speciale, riducendo la quantità di liquidi da assumere e indossando indumenti scuri che possano mascherare eventuali perdite.
Carolyn Swenson, ricercatrice della University of Michigan che ha contribuito a sviluppare le domande del sondaggio, commenta: ┬źQuello che mi piacerebbe che le persone ricordassero del nostro lavoro ├Ę che l'incontinenza urinaria ├Ę comune e curabile, e che le donne non devono semplicemente conviverci┬╗.
La dott.ssa Swenson ricorda che esistono due tipi di incontinenza, quella da urgenza e quella da stress, entrambi trattabili.
┬źAbbiamo cos├Č tante opzioni ora che possiamo sicuramente migliorare i sintomi per tutte le donne con incontinenza urinaria┬╗, spiega l'autrice.
Per il primo tipo un'alternativa ├Ę rappresentata dal Botox per la vescica e da un pacemaker impiantato chirurgicamente nell'organo che impedisce contrazioni involontarie indesiderate. Ma ci sono anche trattamenti meno invasivi come la riduzione delle sostanze irritanti - caffeina, dolcificanti, nicotina, alcol - o semplicemente andare al bagno pi├╣ spesso.
Per l'incontinenza da stress, esiste la possibilità di un intervento chirurgico per riparare le strutture di sostegno che aiutano a sostenere la vescica e gli altri organi pelvici.
Anche in questo caso, per├▓, ci sono trattamenti meno invasivi come gli inserti vaginali che sostengono l'uretra. Le donne che soffrono di entrambi i tipi di incontinenza trovano beneficio dalla terapia fisica di rafforzamento del pavimento pelvico.



06/12/2018 14:51:00 Andrea Sperelli


Notizie correlate