Bambini all'asilo rischiano meno la leucemia

E' vero che i bambini che frequentano l'asilo si ammalano di frequente, sicuramente molto pi├╣ spesso di quelli che vengono affidati alla cura di nonni o tate, ma sembra che allo stesso tempo, paradossalmente, questi piccoli corrano meno rischi di contrarre la leucemia infantile.
L'insolita notizia arriva da uno studio condotto dai ricercatori dell'universit├á della California a Berkeley (Usa). Gli scienziati hanno esaminato 14 ricerche eseguite su 20mila bambini, di cui 6mila erano affetti da leucemia linfoblastica acuta. Si ├Ę scoperto che coloro che frequentavano asili o ludoteche avevano ben il 30% di possibilit├á di ammalarsi di questo tumore del sangue.
La spiegazione sta nel fatto che probabilmente le infezioni tanto comuni tra i bambini che frequentano le comunità, come mal di gola e influenze, possano contribuire ad aiutare l'organismo a sconfiggere la malattia.
Nei paesi industrializzati il tumore colpisce un bambino su 2000 ed ha una maggiore insorgenza tra i 2 e i 5 anni.
Si pensa che le cause scatenanti del tumore siano due, e cio├Ę una mutazione genetica in utero e un'infezione nell'infanzia.
Dopo i risultati dello studio per├▓ si crede che le infezioni che i piccoli si passano tra loro possano rinforzare il sistema immunitario, dotandolo di armi extra contro la malattia.



Notizie correlate