Lo sport ripulisce il cervello

Rischio ridotto di demenza per chi rimane attivo

Vivere in maniera salutare conviene. Uno studio dell'Università di Copenaghen mostra che le persone che fanno sport riescono a preservare meglio delle altre la funzionalità dei vasi sanguigni, proteggendo così il cervello dalla demenza.
A confermarlo è la ricercatrice Stephanie Holstein-Ronsbo, che ha condotto lo studio pubblicato su Nature Neuroscience: "Quando, ad esempio, fai esercizio fisico e mantieni una dieta sana, i vasi sanguigni mantengono la loro elasticità. Questo significa che possono contrarsi ed espandersi facilmente, cosa importante, perché molte malattie neurodegenerative iniziano proprio con una funzione ridotta dei vasi. Con l'invecchiamento è normale che si verifichino cambiamenti microvascolari e che i vasi sanguigni diventino più rigidi. Ma rimanendo attivi, siamo in grado di mantenere un sistema vascolare sano in modo che i vasi sanguigni rimangano elastici, e in questo modo potremmo essere in grado di prevenire malattie come la demenza e l'Alzheimer," aggiunge Holstein-Ronsbo.
Lo studio, condotto su modello murino, mostra che le variazioni nel volume del sangue possono spostare il liquido cerebrospinale e di conseguenza facilitare la rimozione delle scorie che si accumulano nel cervello, proteggendolo dalla demenza.
“Si potrebbe immaginare una forma di trattamento di stimolazione che attiva il flusso sanguigno nel cervello e aumenta la pulizia, in modo che i prodotti di rifiuto non si accumulino ulteriormente", conclude Holstein-Ronsbo, prefigurando una possibile terapia basata sui risultati ottenuti.

12/10/2023 16:40:00 Andrea Sperelli


Notizie correlate