Helicobacter Pylori
Di bentalina (del 02/09/2007 @ 13:15:04, in Lettera H, visto n. 3167 volte)
L'infezione da Helicobacter Pylori è una delle più diffuse al mondo.Il batterio è la principale causa di gastrite cronica ed ulcera peptica gastrica e duodenale;esso è inoltre responsabile del linfoma gastrico MALT. Le vie di trasmissione non sono ancora state del tutto chiarite, ma pare che il batterio si trasmetta in via oro-fecale. La gastrite cronica da H.P. decorre asintomatica nella maggior parte dei casi, ma in una piccola percentuale di soggetti infettati si può sviluppare ulcera peptica gastrica e duodenale, con dolori "alla bocca dello stomaco", bruciori, nausea, gonfiore. La diagnosi di infezione da H.P. può essere effettuata con tests non invasivi, quali il C13 Urea Breath test, un esame che viene effettuato facendo soffiare il paziente in una provetta dopo aver bevuto una soluzione contenente una piccola quantità di urea marcata con carbonio13, e l'esame delle feci. Sarà poi opportuno effettuare una esofagogastroduodenoscopia per valutare se l'infezione ha causato danni e di che entità. Il trattamento dell'infezione è raccomandato nei pz con ulcera peptica, linfoma gastrico MALT(che si risolve, eradicando l'infezione, nella maggior parte dei casi), nei pz con gastrite atrofica, stretta familiarità per cr. gastrico, pregressa gastroresezione. E' soltanto consigliato, invece, nei pazienti con dispepsia ( difficoltà alla digestione, bruciori, gonfiore) NON ulcerosa. Non c'è nessuna indicazione, per ora, al trattamento dell'infezione in pz asintomatici. IL trattamento viene effettuato, nella maggior perte dei casi, come triplice terapia: inibitore di pompa protonica (es.:omeprazolo, lansoprazolo, ecc.)+ claritromicina (250/500 mg) + metronidazolo o amoxicillina, 2 volte al dì per una settimana.