Fasciolopsiasi
Di Viola Sinismagli (del 10/03/2011 @ 13:08:26, in Lettera F, visto n. 936 volte)
Malattia causata dal verme trematode, Fasciolopsis buskii. Il parassita si stabilisce nel duodeno e nel digiuno. Oltre ad infestare l'uomo è un parassita di altri animali come il cane e il maiale. L’uomo si infetta mangiando piante acquatiche sulle quali si siano fissate le metacercarie del parassita. Da queste si liberano nell’intestino i vermi immaturi che si attaccano alla parete e si sviluppano fino allo stadio adulto. Il parassita causa irritazione e infiammazione della mucosa intestinale. Nelle infestazioni più gravi i vermi possono trovarsi anche nello stomaco, o occludere l’intestino. La diagnosi consiste nel ritrovare le uova del parassita nelle feci. La terapia è base di esilresorcinolo.