AIDS
Di dr.psico (del 08/09/2007 @ 15:43:39, in Lettera A, visto n. 1481 volte)
L'AIDS, causata da un retrovirus chiamato HIV, è una sindrome caratterizzata da un progressivo deterioramento del sistema immunitario. Il termine AIDS, seguito in genere dalla parola conclamato, si riferisce ad una delle fasi dell'infezione da HIV, in cui sono più frequenti infezioni di vario genere e tumori. Essendo fondamentalmente un problema del sistema immunitario che non riesce più a proteggere correttamente l'individuo, i sintomi sono legati a patologie "opportunistiche" (se. carcinomi, herpes, linfomi, polmoniti). Il virus si trasmette tramite liquidi biologici quali sangue, sperma, secrezioni vaginali, latte materno. Non permettono il trasferimento da una persona all'altra le lacrime, il sudore, l'urina, le feci, le secrezioni nasali e il vomito. La terapia attualmente utilizzata, costituita da farmaci antiretrovirali, può permettere una latenza dai sintomi di 8/10 anni. Ci sono soggetti nel cui sangue sono presenti anticorpi anti-HIV e vengono detti sieropositivi. Se non trattati evolvono in AIDS dopo un periodo di latenza che è allungato fino a 16 anni da terapie come HAART. Fuori dall'organismo il virus è poco resistente ed è molto utile la prevenzione di contatti a rischio con soggetti infetti, soprattutto per quanto riguarda i rapporti sessuali.