Willis, circolo di.
Di riccardo (del 13/05/2014 @ 16:26:27, in Lettera W, visto n. 912 volte)
Anello vascolare della circolazione cerebrale che mette in collegamento l'arteria carotide interna e l'arteria vertebrale dei due lati. Esso è un importante anello anastomotico situato nella cisterna interpeduncolare, in rapporto con la faccia inferiore dell'encefalo, che circonda il chiasma ottico e le formazioni della fossa interpeduncolare. È for­mato: - in avanti, dal tratto iniziale delle due arte­rie cerebrali anteriori, unite fra loro dall'arteria comunicante anteriore. - sui lati, dalle arterie co­municanti posteriori che, originate dall'arteria carotide interna, raggiungono l'arteria cerebrale posteriore dello stesso lato. - in dietro, dal tratto iniziale delle arterie cerebrali posteriori, deri­vanti dalla biforcazione del tronco basilare. At­traverso i tratti anastomotici del circolo di Willis si attua il regolare passaggio del sangue in varia direzione; ciò realizza un continuo congua­glio di pressione fra arteria carotide interna e ar­teria vertebrale con un’uniforme distribuzione del sangue a tutto l'encefalo.