Immagine
 Informazione medica libera per una salute senza condizionamenti... di Admin
Vogliamo creare uno strumento aperto a tutti che consenta a ognuno di noi, di qualunque estrazione sociale e grado d'istruzione, di qualunque tendenza politica e religiosa, di accedervi liberamente esprimendo le proprie considerazioni.

Di seguito i lemmi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 01/02/2011 @ 15:46:45, in Lettera B, visto n. 847 volte)
Prelievo di una porzione di tessuto o di organo da organismo vivente per effettuare un esame microscopico dello stesso. È importante a scopi diagnostici; viene effettuata con tecniche diverse a seconda dell’organo da esaminare. Viene spesso eseguita nel corso di un intervento chirurgico per chiarire la natura del processo patologico in atto, come la malignità di un tumore, in modo che il chirurgo possa scegliere l'intervento più adatto.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 01/02/2011 @ 15:46:06, in Lettera B, visto n. 1063 volte)
Ogni attività biologica che si ripete in modo ciclico. Si parla di ritmo circadiano per tutte quelle attività che presentano variazioni ritmiche con oscillazioni il cui periodo si avvicina alle 24 ore. Per quelle che hanno variazioni dipendenti dall’alternarsi del giorno e della notte si parla di ritmo nictemerale. Ad esempio le variazioni della temperatura corporea essa oscillano continuamente raggiungendo valori più alti nel pomeriggio, e più bassi nelle prime ore dopo la mezzanotte. Quando questi ritmi vengono alterati, ad esempio durante i viaggi che comportando cambiamenti di fuso orario, tali alterazioni danno luogo ad una serie di disturbi, il cosiddetto jet lag.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 01/02/2011 @ 15:45:32, in Lettera B, visto n. 1101 volte)
È un segno clinico di prognosi grave. Si tratta di un tipo di respirazione caratterizzata da quattro o cinque inspirazioni consecutive di ampiezza normale e di uguale profondità, separate da un breve periodo di apnea. Si osserva nel corso di encefaliti, sindromi meningee o tumori endocranici.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 01/02/2011 @ 15:54:38, in Lettera B, visto n. 824 volte)
Vitamina del gruppo B, idrosolubile, contenente zolfo, chiamata anche vitamina H. la Biotina è un coenzima in diverse carbossilasi, enzimi che catalizzano l’incorporazione della CO2 in molte molecole. Partecipa alla sintesi di acidi grassi, del glucosio e delle basi puriniche dei nucleotidi. È introdotta nell'organismo solo attraverso l'alimentazione, fonti di tale vitamina sono le carni di bue, vitello, maiale, agnello e pollo, cavolfiore, funghi, carote, pomodori, spinaci, fagioli, piselli secchi, mele, latte, pesce, uova e formaggi. Con la cottura dei cibi però se ne può perdere fino al 60%. Deficit di biotina, che si manifestano raramente, producono alterazioni a carico della cute (desquamazioni).
 
Di dr.psico (del 14/07/2007 @ 21:56:40, in Lettera B, visto n. 1279 volte)
Chi soffre di questa condizione tende a presentare fasi depressive seguite da fasi maniacali. Le fasi depressive sono caratterizzate da un umore particolarmente basso, una marcata e profonda tristezza e dalla sensazione che non ci sia più nulla in grado di dare piacere. Inoltre, durante queste fasi, il sonno può facilmente aumentare o diminuire, così come l’appetito; concentrarsi su un’attività diventa più difficile. A volte la disperazione ed il senso di vuoto sono così marcati che le persone pensano al suicidio. Le fasi maniacali, in alcuni casi, sono esattamente il contrario delle fasi depressive. Sono caratterizzate, infatti, da un umore particolarmente euforico, dalla sensazione che tutto sia possibile e da un ottimismo eccessivo. Le idee ed i pensieri si accavallano rapidamente nella mente ed a volte diventano così veloci che spesso diventa difficile seguirli.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 01/02/2011 @ 15:56:42, in Lettera B, visto n. 965 volte)
Tipo di neuroni dotati di due prolungamenti. Sono cellule bipolari, ad esempio, alcune cellule dei gangli nervosi e della retina.
 
Di dr.psico (del 08/07/2007 @ 10:36:38, in Lettera B, visto n. 1170 volte)
Mentre in biologia definisce la comprensenza nello stesso organismo degli degli apparati riproduttivi maschile e femminile, in psicologia si definisce bisessualità l'orientamento sessuale di un soggetto che prova piacere e soddisfazione erotica nell'avere rapporti sessuali e/o affettivi con persone di entrambi i sessi. Per definire o definirsi bisessuali non è indispensabile che l'orientamento bisessuale si concretizzi realmente in rapporti sessuali, né che il ruolo assunto dal soggetto nel rapporto sessuale sia “attivo” o “passivo”.
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35
Cerca per parola chiave
 



Titolo
Lettera A (360)
Lettera B (241)
Lettera C (506)
Lettera D (255)
Lettera E (440)
Lettera F (170)
Lettera G (180)
Lettera H (56)
Lettera I (187)
Lettera J (5)
Lettera K (30)
Lettera L (399)
Lettera M (1056)
Lettera N (283)
Lettera O (348)
Lettera P (347)
Lettera Q (51)
Lettera R (339)
Lettera S (246)
Lettera T (314)
Lettera U (92)
Lettera V (43)
Lettera W (28)
Lettera X (15)
Lettera Y (2)
Lettera Z (28)

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
x monica se hai face...
07/03/2011 @ 14:51:33
Di filocell
X FILOCELL se clicci...
07/03/2011 @ 14:42:31
Di monica
x monica il messaggi...
07/03/2011 @ 13:25:51
Di filocell


< giugno 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
     
             

Titolo
Enciclopedia (1)

Le fotografie più cliccate