Immagine
 Informazione medica libera per una salute senza condizionamenti... di Admin
Vogliamo creare uno strumento aperto a tutti che consenta a ognuno di noi, di qualunque estrazione sociale e grado d'istruzione, di qualunque tendenza politica e religiosa, di accedervi liberamente esprimendo le proprie considerazioni.

Di seguito i lemmi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 26/01/2011 @ 12:09:53, in Lettera I, visto n. 1207 volte)
Punto situato lungo la linea mediana del cranio collocato a livello della protuberanza occipitale esterna, all’incontro delle linee nucali superiori. È il punto più sporgente in direzione posteriore, sul piano mediale del cranio.
 
Di Admin (del 28/09/2009 @ 12:22:51, in Lettera I, visto n. 26525 volte)
Impedimento dello svolgersi di una funzione, repressione di una pulsione. L'inibizione esprime, dunque, un processo inconscio di repressione imposto a pensieri, sentimenti o azioni a causa dell'intervento di un'istanza psichica censoria che pertanto ostacola o impedisce alcune attività funzionali di tipo vitale o affettivo. L'inibizione - che è una componente della timidezza, dell'ansia e della depressione - si manifesta attraverso un atteggiamento caratterizzato da insicurezza, sentimento d'inferiorità, carenza di iniziativa e intraprendenza. Nel suo significato più generale si riferisce ad una diminuzione persistente dell'attività che può variare nella sua intensità passando da una riduzione di quel determinato comportamento ad uno stato di arresto dinanzi ad un ostacolo. Freud utilizza il concetto di "inibizione nella meta" soprattutto per spiegare l'origine dei sentimenti di tenerezza o dei sentimenti sociali. Infatti, la psicoanalisi ha rilevato che la pulsione inibita, a causa di ostacoli interni od esterni, non raggiungendo il suo modo diretto di soddisfacimento, trova un appagamento attenuato in attività o relazioni che possono essere considerate come approssimazioni più o meno lontane dalla meta primaria. Si potrebbe allora considerare l'inibizione, intesa in questo senso, come un inizio di sublimazione anche se il soddisfacimento è parzialmente raggiunto e non completamente desessualizzato. In quest'ottica viene ricondotta anche l'evoluzione della relazione tra genitori e figli che inizialmente presenta una forte connotazione di natura sessuale. L'inibizione è alla base della maggior parte delle disfunzioni sessuali di origine psichica. Si parla di inibizione dell'orgasmo femminile quando c'è un'incapacità, persistente o temporanea, da parte della donna a raggiungere l'acme del piacere durante un'attività sessuale gratificante. Molte donne riescono ad avere l'orgasmo mediante la stimolazione clitoridea non coitale e sono incapaci di raggiungerlo durante il coito in assenza di stimolazione clitoridea manuale. La causa è di natura psicologica ed è dovuta all'ansia di controllare le proprie sensazioni e dal timore di lasciarsi andare. Per quanto riguarda l'uomo invece, l'inibizione dell'orgasmo - che può essere duratura o transitoria - viene identificata dal ritardo o dall'assenza di eiaculazione nonostante abbia avuto un'adeguata fase di eccitamento sessuale. L'inibizione dell'orgasmo maschile può essere dovuta sia a fattori organici che psicologici.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 25/01/2011 @ 18:21:41, in Lettera I, visto n. 1181 volte)
Detto di una condizione patologica che aumenta di gravità. La sintomatologia di un disturbo può diventare grave in modo graduale.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 25/01/2011 @ 17:41:30, in Lettera I, visto n. 956 volte)
L’obiettivo dell’ingegneria molecolare è usufruire del materiale sintetizzato da un gene proveniente da organismi o specie diverse per la terapia di molte malattie altrimenti non curabili. Inoltre l’ingegneria molecolare ha facilitato la possibilità di diagnosi precoce (prenatale) di malattie genetiche altrimenti scopribili solo alla nascita o molto dopo. Alla biologia genetica e all’i. molecolare è affidato anche uno dei grandi obiettivi futuri della medicina: la sconfitta delle malattie a carattere ereditario attraverso la sostituzione del gene malato con uno sano.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 25/01/2011 @ 17:24:55, in Lettera I, visto n. 959 volte)
O incrinatura, frattura incompleta di un osso senza spostamento reciproco dei frammenti.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 25/01/2011 @ 17:22:17, in Lettera I, visto n. 944 volte)
Fascia dei muscoli della spalla che riveste la faccia superficiale del muscolo infraspinato e prosegue in basso andando a rivestire i muscoli grande e piccolo rotondo.
 
Di dr.psico (del 08/09/2007 @ 16:11:58, in Lettera I, visto n. 1076 volte)
Vedi Aviaria.
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27
Cerca per parola chiave
 



Titolo
Lettera A (360)
Lettera B (241)
Lettera C (506)
Lettera D (255)
Lettera E (440)
Lettera F (170)
Lettera G (180)
Lettera H (56)
Lettera I (187)
Lettera J (5)
Lettera K (30)
Lettera L (399)
Lettera M (1056)
Lettera N (283)
Lettera O (348)
Lettera P (347)
Lettera Q (51)
Lettera R (339)
Lettera S (246)
Lettera T (314)
Lettera U (92)
Lettera V (43)
Lettera W (28)
Lettera X (15)
Lettera Y (2)
Lettera Z (28)

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
x monica se hai face...
07/03/2011 @ 14:51:33
Di filocell
X FILOCELL se clicci...
07/03/2011 @ 14:42:31
Di monica
x monica il messaggi...
07/03/2011 @ 13:25:51
Di filocell


< gennaio 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           

Titolo
Enciclopedia (1)

Le fotografie più cliccate