Immagine
 Informazione medica libera per una salute senza condizionamenti... di Admin
Vogliamo creare uno strumento aperto a tutti che consenta a ognuno di noi, di qualunque estrazione sociale e grado d'istruzione, di qualunque tendenza politica e religiosa, di accedervi liberamente esprimendo le proprie considerazioni.

Di seguito i lemmi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 04/01/2011 @ 17:11:16, in Lettera L, visto n. 991 volte)
È l'insieme delle strutture, ghiandole e vie lacrimali, deputate alla produzione, secrezione e all'eliminazione delle lacrime. Le ghiandole lacrimali sono piccole e situate nella cavità orbitaria, nella parte superiore laterale, sotto la palpebra superiore. L’apparato lacrimale può essere sede di diversi processi patologici, quali malformazioni congenite (per es. assenza della ghiandola, stenosi o atresie del canale naso-lacrimale ecc.), processi infiammatori acuti o cronici della ghiandola o del sacco lacrimale, ed anche tumori benigni o maligni. La perdita della funzione protettiva esercitata dalle lacrime nei confronti della congiuntiva e della cornea può causare forme di cheratiti e di congiuntiviti. Le manifestazioni patologiche delle ghiandole lacrimali possono interessare sia le ghiandole principali sia quelle di deflusso. Le prime causano tumefazioni della parte supero-laterale del contorno orbitario, le seconde, invece, della parte interna, in prossimità della radice del naso.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 10/01/2011 @ 11:26:44, in Lettera L, visto n. 974 volte)
Piccolo osso lamellare del cranio, situato nella parte mediale dell'orbita dell'occhio. È formato da tessuto osseo compatto. Presenta una faccia laterale, dove si inserisce il muscolo orbicolare delle palpebre, ed una faccia mediale attraversata da numerose rugosità.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 10/01/2011 @ 11:31:09, in Lettera L, visto n. 923 volte)
Serbatoio membranoso di forma cilindrica appartenente all'apparato lacrimale, situato sul lato mediale della base dell'orbita nella doccia lacrimo-nasale, nella quale si raccolgono le lacrime, si continua direttamente, senza limiti netti, nel condotto naso-lacrimale.
 
Di medicinasalute (del 03/07/2012 @ 20:45:30, in Lettera L, visto n. 869 volte)
È un piccolo serbatoio facente parte dell’apparato lacrimale. Si trova sul lato mediale della base dell'orbita nella doccia lacrimo-nasale, all’interno della quale si raccolgono le lacrime
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 10/01/2011 @ 11:32:36, in Lettera L, visto n. 1042 volte)
Processo di secrezione delle lacrime da parte dell'apparato lacrimale. La lacrimazione è determinata da impulsi provenienti dalle fibre del sistema nervoso vegetativo parasimpatico che arrivano alla ghiandola lacrimale. Tali impulsi vengono generati, per via riflessa, da stimoli (soprattutto di natura irritativa) che agiscono sulla mucosa nasale o sulla congiuntiva. La lacrimazione può anche presentarsi accompagnata a fenomeni quali lo sbadiglio, la tosse, lo starnuto, o anche intense emozioni (in quest’ultimo caso si parla di vero e proprio pianto). Vedi anche lacrima e apparato lacrimale.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 10/01/2011 @ 11:44:17, in Lettera L, visto n. 878 volte)
Genere di batteri della famiglia Lattobacillacee, Gram-positivi anaerobi facoltativi. In natura ne esistono numerose specie caratterizzate da forme lunghe e strette che, in coltura, danno luogo a tipiche formazioni a “testa di medusa”. Sono capaci di fermentare i carboidrati, convertendo il lattosio e altri zuccheri producono forti quantitativi di acidi (specialmente acido lattico) che inibiscono lo sviluppo alla maggior parte degli altri batteri. Si osservano nei materiali vegetativi in fermentazione, negli esseri umani sono presenti nella vagina e nel tratto gastrointestinale, in cui costituiscono una piccola parte della flora batterica intestinale, ancora, si possono riscontrare in ferite e lesioni corporee di varia natura. Diverse specie hanno molta importanza nei processi che presiedono alla fabbricazione di prodotti caseari.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 10/01/2011 @ 11:54:45, in Lettera L, visto n. 1175 volte)
In anatomia, sinonimo di cavità, orifizio. Per esempio, lo spazio sottostante al legamento inguinale viene diviso dalla benderella ileopettinea in una porzione laterale, la lacuna dei muscoli e una porzione mediale, la lacuna dei vasi. In istologia, indica uno spazio o una cavità che si apre in un tessuto, di dimensioni per lo più microscopiche, e che non è rivestito da una parete propria rivestita da cellule differenziate a tale scopo.
 
Cerca per parola chiave
 



Titolo
Lettera A (360)
Lettera B (241)
Lettera C (506)
Lettera D (255)
Lettera E (440)
Lettera F (170)
Lettera G (180)
Lettera H (56)
Lettera I (187)
Lettera J (5)
Lettera K (30)
Lettera L (399)
Lettera M (1056)
Lettera N (283)
Lettera O (348)
Lettera P (347)
Lettera Q (51)
Lettera R (339)
Lettera S (246)
Lettera T (314)
Lettera U (92)
Lettera V (43)
Lettera W (28)
Lettera X (15)
Lettera Y (2)
Lettera Z (28)

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
x monica se hai face...
07/03/2011 @ 14:51:33
Di filocell
X FILOCELL se clicci...
07/03/2011 @ 14:42:31
Di monica
x monica il messaggi...
07/03/2011 @ 13:25:51
Di filocell


< dicembre 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
   
             

Titolo
Enciclopedia (1)

Le fotografie più cliccate