• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 21 a 30 DI 250

    11/04/2006 
    Il trattamento della rinite allergica con desloratadina
    Sul fronte della terapia, il trattamento prevede di norma l'impiego di antistaminici e corticosteroidi topici, oltre ad altre molecole particolarmente attive su segni e sintomi specifici. Nessuno di questi farmaci crea problemi di tachifilassi (perdita di efficacia del farmaco nel tempo a parità di dose) e tolleranza (necessità di aumentare la dose del farmaco nel tempo per ottenere lo stesso risultato) che invece possono penalizzare l’impiego dei decongestionanti nasali.
    Cardine della ... (Continua)
    05/06/2006 
    Coronarografia e angioplastica con insufficienza renale
    Esiste una quota non trascurabile di pazienti a cui non viene effettuata l’angioplastica per timore di complicazioni. “E’ il caso dei pazienti affetti da insufficienza renale, per i quali si ritiene che i rischi di questi interventi superino i benefici che ne trarrebbero, soprattutto a causa della cosiddetta nefropatia da mezzo di contrasto”. Così spiega il dottor Giancarlo Marenzi, responsabile dell’Unità di Terapia Intensiva Cardiologica dell’IRCCS Centro Cardiologico Monzino di Milano. ... (Continua)
    07/07/2006 
    Epatite B e prevenzione per i neonati
    Il trattamento dei neonati di madri positive per gli antigeni di superficie dell'epatite B con vaccino o immunoglobuline protegge il bambino dall'infezione: la combinazione di vaccinazione ed immunoglobuline è associata ad una protezione anche maggiore. La trasmissione madre-figlio è responsabile del 50 percento dei portatori di epatite B.
    In generale, non è stato possibile dimostrare differenze significative fra dosaggi, protocolli di somministrazione e forme di vaccini derivati da ... (Continua)
    10/07/2006 

    Beta-agonisti rischiosi per gli asmatici
    I beta-agonisti ad azione prolungata possono incidere sul rischio di morte da asma, ragion per cui dovrebbero essere rivalutati per un possibile ritiro dal mercato. Tali farmaci possono infatti incrementare il rischio di riacutizzazioni fatali e non della malattia. Gli attacchi asmatici pericolosi per la sopravvivenza o letali sono eventi abbastanza rari. L'uso di questi farmaci è stato associato ad un numero clinicamente significativo di ricoveri non indispensabili, di terapie ... (Continua)

    19/09/2006 

    TLQP-21, la molecola anti-obesità
    Utilizzando le moderne tecniche di proteomica, cioè di identificazione e caratterizzazione delle proteine, un gruppo di ricercatori italiani - guidato da Anna Moles e Alessandro Bartolomucci dell’Istituto di neuroscienze (In) e Andrea Levi e Roberta Possenti dell’Istituto di Neurobiologia e medicina molecolare (Inmm), entrambi gli istituti del Consiglio nazionale delle ricerche di Roma - ha identificato per la prima volta, nel cervello del ratto, un peptide, una piccola proteina di 21 ... (Continua)

    16/10/2006 

    Allergia respiratoria nei luoghi di lavoro e di studio
    Polvere, umidità diffusa, tendaggi, moquette e poltroncine in tessuto. Per non parlare di impianti di condizionamento poco controllati, eccessiva densità di persone e oggettiva vetustà di molti edifici. Questi, secondo gli italiani, sono gli elementi che più possono peggiorare le condizione di chi soffre di allergia respiratoria, in particolare di rinite. Lo dice un’indagine condotta su una popolazione di studenti e impiegati da Gfk-Eurisko in collaborazione con la Fondazione Charta e la Scuola ... (Continua)

    11/01/2007 
    Trastuzumab e bevacizumab contro carcinoma mammario
    Gli entusiasmanti risultati di uno studio clinico dimostrano per la prima volta che la combinazione di due anticorpi umanizzati, trastuzumab e bevacizumab ha il potenziale per fornire una nuova e potente arma per la lotta contro una forma particolarmente aggressiva di carcinoma mammario. Lo studio di fase II presentato al San Antonio Breast Cancer Symposium (SABCS) ha indagato sul trattamento di prima linea del carcinoma mammario HER2-positivo avanzato (o "metastatico"). Oltre la metà (54%) dei ... (Continua)
    21/03/2007 
    Sindrome della vescica iperattiva
    E' un “nuovo” disturbo urologico che riguarda in Italia circa 3 milioni di persone - uomini e donne - anche in giovane età (oltre 50 milioni in tutto il mondo). Si tratta di una devastante patologia emergente causata da contrazioni involontarie della vescica e caratterizzata dall’improvviso e irrefrenabile bisogno e frequenza di urinare, diurno e notturno, con o senza fughe di urina.
    “Questa malattia emergente e in allarmante aumento ”, dice il professor Lucio Miano, “sempre più ... (Continua)
    02/04/2007 
    L’asma arriva dall’“Irak-M”
    Si chiama Irak-M il nuovo gene, identificato dall’équipe di Antonio Cao, direttore dell’Istituto di neurogenetica e neurofarmacologia del Consiglio nazionale delle ricerche di Cagliari, direttamente implicato nella regolazione della risposta immunitaria innata e quindi nella patofisiologia dell’asma persistente ad esordio precoce, una delle forme più gravi, giacché insorge in età infantile e dura tutta la vita.
    “Il cattivo funzionamento di Irak-M potrebbe portare ad un’eccessiva ... (Continua)
    08/05/2007 

    La terapia ormonale tiroidea
    Gli ormoni tiroidei si sono collocati al 9° posto tra i farmaci più venduti, indiscutibilmente primi tra le sostanze ad azione ormonale. Ogni anno se ne vendono circa 14,5 milioni di confezioni (ciascuna contiene generalmente 50 compresse). Le modalità di uso di questi farmaci, le condizioni cliniche in cui è più opportuno somministrarli, le fasi della vita in cui è indispensabile utilizzarli ma, anche, gli eventuali abusi che, purtroppo, a volte bisogna registrare, sono stati affrontati nel ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 391.318.5657
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2021 Italiasalute Riproduzione riservata anche parziale