• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 91 a 100 DI 250

    08/09/2021 17:10:00 Studio sull’azoospermia e sulle sue conseguenze a lungo termine

    I meccanismi all’origine dell’infertilità maschile
    L’azoospermia non ostruttiva è definita come la totale mancanza di spermatozoi nel liquido seminale, causata da disfunzioni nel processo di formazione degli spermatozoi stessi all’interno del testicolo e non dall’ostruzione delle vie seminali.
    Si tratta della forma più severa di infertilità di coppia da fattore maschile e offre così una modello ideale per studiare questa condizione. Purtroppo, la sua incidenza nella popolazione è in crescita, almeno nei paesi occidentali: per motivi ancora ... (Continua)

    08/09/2021 11:20:00 Il plasma ricco di piastrine potrebbe aiutare le donne con ovaie non attive

    Il Prp per l’insufficienza ovarica
    Nel modello di topo con insufficienza ovarica prematura l’iniezione di PRP ha incrementato il numero di embrioni e la qualità delle blastocisti ottenute.
    È il risultato dello studio del dottor Mauro Cozzolino, ginecologo specialista in Medicina Riproduttiva presso il Centro IVI di Roma.
    Lo studio del Dottor Mauro Cozzolino di IVI è partito dalla constatazione che l'insufficienza ovarica primaria (POI) colpisce l'1% delle donne in età riproduttiva. La POI è caratterizzata da una grave ... (Continua)

    03/09/2021 13:30:00 Possibili nuove strategie farmacologiche

    Covid grave, coinvolto l’interferone
    La risposta immunitaria innata stimolata dall’interferone (IFN) di tipo I, rilasciato a sua volta dalle cellule dendritiche plasmacitoidi (pDC) nella fase iniziale dell'infezione da SARS-CoV-2, svolge un ruolo chiave nel prevenire la progressione della malattia da COVID-19.
    Un team di ricercatori (Università San Raffaele di Milano, Policlinico di Tor Vergata, Università di Padova, Metabolic Fitness Association) coordinati dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS), ha messo sotto la lente di ... (Continua)

    20/08/2021 16:30:00 I lavori intellettualmente stimolanti ne riducono il rischio

    Alzheimer, serve un’occupazione stimolante
    Per allontanare lo spettro dell’Alzheimer è bene impegnarsi in un’attività intellettualmente stimolante. Lo ricorda uno studio pubblicato sul British Medical Journal da un team dello University College London.
    Lo studio, realizzato da Mika Kivimäki, ha preso spunto dai dati di 7 ricerche precedenti sull’argomento che hanno coinvolto un totale di oltre 100mila soggetti. Chi svolge lavori intellettualmente stimolanti ha una probabilità di subire una diagnosi di demenza più bassa, con un ... (Continua)

    30/07/2021 09:35:17 È la circolazione libera a moltiplicare le varianti

    Covid, i vaccini non creano varianti
    Il secondo anno di pandemia vede il mondo dotato di nuovi strumenti per contrastare la diffusione di SARS-CoV-2: i vaccini. Sull’altro fronte, però, sono emerse anche nuove versioni del virus in grado di sfuggire, in diversa misura, alla protezione conferita dai vaccini stessi.
    Per fortuna, la variante delta – al momento prevalente in Italia e in gran parte d’Europa – riesce a eludere solo in piccola parte l’immunità indotta da vaccini o varianti precedenti. Più abile a scavalcarla, ... (Continua)

    20/07/2021 15:15:00 Il trattamento sembra migliorare la sopravvivenza in questo sottogruppo

    Covid, plasma convalescente utile nei pazienti ematologici
    Sebbene diversi studi ne abbiano decretato l’inutilità, il plasma convalescente potrebbe rivelarsi efficace in un particolare sottogruppo di pazienti Covid, quelli affetti da un tumore del sangue.
    Uno studio apparso su Jama Oncology si è concentrato infatti sugli effetti della terapia su soggetti immunocompromessi, come spiega Michael Thompson, autore dello studio che lavora presso l’Aurora Cancer Care di Milwaukee: «Studi precedenti ... (Continua)

    19/07/2021 16:31:00 Per contrastare le forme più gravi della malattia

    Covid-19, efficace l’immunosoppressore anakinra
    Il farmaco anakinra riduce la mortalità e la progressione verso l’insufficienza respiratoria nei casi gravi di Covid-19. Lo rivela un nuovo studio realizzato da ricercatori dell’Istituto ellenico per lo studio della sepsi – SaveMore – che ha randomizzato oltre 600 pazienti ospedalizzati in Italia e Grecia valutando l’effetto di anakinra nei casi di polmonite moderata e severa.
    È il primo studio a valutare pazienti individuati come popolazione a rischio prima del ricovero in terapia ... (Continua)

    19/07/2021 10:10:00 Diagnosi e trattamento delle varie tipologie

    Il naso e le sue rinopatie
    Respirare è quanto di più naturale ci possa venire in mente. Tuttavia, il naso è un organo dalle funzioni estremamente complesse. Si tratta di un vero e proprio filtro che consente di trasformare l’aria inspirata a una temperatura qualsiasi in ossigeno per i polmoni a una temperatura regolata di 31-34 gradi centrigradi. Oltre a controllarne la temperatura, il naso opera una purificazione continua dell’aria inspirata che rimuove circa l’85% delle particelle potenzialmente pericolose, riducendo ... (Continua)

    15/07/2021 10:21:00 Potrebbe essere alla base della sindrome infiammatoria multisistemica

    Covid nei bambini, un rischio la permeabilità intestinale
    Uno studio apparso sul Journal of Clinical Investigation ipotizza un nesso fra la presenza di permeabilità intestinale e il rischio di insorgenza della sindrome infiammatoria multisistemica (Mis-C) nei bambini colpiti da Covid-19.
    «Qualche settimana dopo l'infezione o l'esposizione a SARS-CoV-2, alcuni bambini sviluppano una malattia grave e pericolosa per la vita. I sintomi gastrointestinali sono comuni nei pazienti con MIS-C e ne consegue una grave risposta iperinfiammatoria con potenziali ... (Continua)

    29/06/2021 10:40:00 Indicazioni pratiche da uno studio di Real World

    Il trattamento della rinite allergica nei bambini asmatici
    La rinite allergica colpisce fino al 40% di bambini e adolescenti. È caratterizzata da un’infiammazione di tipo 2 che coinvolge la produzione di IgE allergene-specifiche, infiltrazioni eosinofile e citochine T helper 2-derivate.
    L’asma è la malattia cronica più comune durante l’infanzia e l’adolescenza, e rappresenta una sfida quotidiana per la sua gestione clinica. L’asma è una malattia eterogenea, caratterizzata spesso da un’infiammazione cronica delle vie respiratorie.
    Asma e rinite ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 351.666.0911
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2023 Okmedicina Riproduzione riservata anche parziale