• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 141 a 150 DI 250

    17/12/2018 Come affrontare pranzi e cene senza rinunciare alla linea

    Natale, come limitare i danni a tavola
    Dicembre sa mettere a dura prova anche quanti possono contare su una ferrea disciplina alimentare. Non solo le settimane delle feste, ma tutto il mese è, infatti, costellato di occasioni conviviali capaci di attentare alla linea.
    Tanto che dopo l’Epifania parte la corsa alle diete, tra chi si cimenta in rimedi fai da te e i molti che si rivolgono a uno specialista per ritrovare la forma ideale ma con equilibrio. Lo confermano i dati di MioDottore che a gennaio 2018 ha registrato un aumero ... (Continua)

    10/12/2018 10:19:52 Un’area del cervello conserva le brutte esperienze pregresse

    Odi il Natale? È la sindrome del Grinch
    Non è ancora iniziato il “girone” delle feste e c'è già chi si sta organizzando per snobbare gli inviti e rimanere lontano dalle luci di Natale, proprio come il “Grinch”.
    Ma una spiegazione scientifica viene dal British Medical Journal e il commento di Adriano Formoso, psicologo e psicoterapeuta a Milano, ci aiuta a capire perché succede e come sopravvive fino al 6 gennaio.
    Dottor Formoso, quindi è provato anche scientificamente che ci sono persone che amano e altre che odiano il ... (Continua)

    30/11/2018 10:09:11 Possibili cambiamenti a livello cognitivo per i pazienti

    La stagione fredda ha effetti sull’Alzheimer
    L’autunno è la stagione in cui, via via che si avvicina l’inverno, le giornate diventano più corte, presentano meno ore di luce e il freddo aumenta.
    Questi cambiamenti potrebbero avere delle conseguenze importanti sulle persone affette da malattia di Alzheimer e demenza, provocando dei cambiamenti a livello cognitivo, e influenzarne il comportamento e il benessere psico-fisico.
    La dottoressa Loredana Locusta, neuropsicologa presso Villaggio Amico, la Residenza sanitaria assistenziale ... (Continua)

    22/11/2018 I problemi di comunicazione come sintomo iniziale
    Il linguaggio alterato annuncia l’Alzheimer
    Uno dei primi segnali della possibile insorgenza del morbo di Alzheimer è la difficoltà nel mantenere un linguaggio coerente con la propria storia e cultura.
    Prima della perdita della memoria, infatti, possono passare anche decenni di lento ma costante declino cognitivo che si manifesta con sintomi apparentemente di poco conto.
    Uno di questi segni è l’alterazione del linguaggio. Uno studio realizzato dall’Università di Bologna e dall’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, ... (Continua)
    20/11/2018 15:10:00 Maggior rischio di fibrillazione atriale per i depressi

    La depressione fa male al cuore
    Rischio maggiore di soffrire di fibrillazione atriale per le persone depresse. A rivelarlo è uno studio dell’Università di Aarhus, in Danimarca, dell’Ospedale Silkeborg e del Centro Medico San Giuseppe di Tacoma.
    Gli scienziati, coordinati dal professor Morten Fenger-Grøn, docente di Statistica dell'ateneo danese, hanno verificato i dati di circa 800mila cittadini danesi che hanno assunto antidepressivi fra il 2000 e il 2013, mettendo a confronto i loro dati con quelli della popolazione ... (Continua)

    13/11/2018 I teenager delle minoranze sessuali sembrano più fragili

    Adolescenti non etero rischiano di più il suicidio
    Il rischio di suicidio e di comportamenti pericolosi per la vita è più elevato tra gli adolescenti appartenenti alle minoranze sessuali.
    Lo afferma uno studio dell’Università di Milano-Bicocca recentemente pubblicato sulla rivista JAMA Pediatrics.
    Il suicidio è la seconda causa di morte tra gli adolescenti, a livello mondiale. Nonostante fosse già nota questa tendenza da parte delle minoranze sessuali, per la prima volta è stata compiuta una più precisa valutazione dell’entità del ... (Continua)

    12/11/2018 La depressione stagionale si manifesta durante i mesi freddi

    Depressione invernale, scoperto il gene responsabile
    Il freddo porta con sé anche un maggior rischio di depressione. Si tratta della depressione stagionale, una particolare forma del disturbo che si manifesta con l’arrivo dei mesi freddi.
    Uno studio pubblicato su Translational Psychiatry da James Bennett Potash del Johns Hopkins Medicine ha studiato l’intero genoma di 1.380 soggetti affetti da disturbo depressivo invernale, confrontandolo con il Dna di 2.937 persone privi di disturbi.
    In tal modo, hanno individuato il gene ZBTB20, che ... (Continua)

    08/11/2018 09:20:00 Impatto diverso su uomini e donne

    Lo stress mina la salute
    Lo stress non fa sconti a nessuno. 9 persone su 10 sono colpite da una qualche forma ansiosa e la loro salute, in alcuni casi, ne è compromessa. A dirlo è uno studio dell'Associazione europea per il disturbo da attacchi di panico (Eurodap) effettuata su un campione di 1000 persone.

    Secondo i dati, soltanto 100 persone hanno un livello di stress nella norma che gli consente di approcciarsi al quotidiano con una certa serenità.
    Delle altre 900 persone, ... (Continua)

    17/10/2018 11:20:00 Primo antipsicotico ad azione globale

    Nuovo farmaco per la schizofrenia, cariprazina
    È in arrivo anche nel nostro paese un nuovo farmaco per il trattamento della schizofrenia. Si tratta di cariprazina, un antipsicotico di terza generazione che, grazie alla propria peculiarità farmacologica, può essere considerato unico nel panorama di questa classe terapeutica.
    Questa molecola, infatti, non è solo in grado di agire sui sintomi “positivi” della malattia (deliri, allucinazioni, dissociazione logico-formale del pensiero, ecc.), ma anche sulla componente “negativa” (apatia, ... (Continua)

    16/10/2018 16:50:00 Il rischio di depressione andrebbe valutato in questa fase della vita

    Menopausa, la depressione è un rischio
    Le donne che si trovano in fase di menopausa dovrebbero sottoporsi a una valutazione ed eventuale trattamento per la depressione.
    Lo affermano le raccomandazioni cliniche sulla gestione della depressione in questa fase della vita pubblicate su Menopause e sul Journal of Women’s Health.
    «Mancano raccomandazioni cliniche su come identificare, caratterizzare e trattare la depressione clinica in questa popolazione. La depressione infatti può verificarsi insieme ai sintomi della menopausa e i ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 391.318.5657
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2021 Italiasalute Riproduzione riservata anche parziale