• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 231 a 240 DI 250

    06/05/2013 Come sfuggire alla “vendetta di Montezuma”

    Godersi le vacanze senza diarrea del viaggiatore
    Si avvicina il periodo classico delle vacanze, gli italiani si preparano a fare le valigie, anche per mete esotiche, e trascorrere senza pensieri un periodo di meritato riposo. Purtroppo però, troppo spesso, un i primi giorni di relax rischiano di essere rovinati da disturbi fastidiosi.
    È per questo che una cosa che non può mai mancare in viaggio sono i medicinali, e quelli da ricordarsi sempre sono quelli per la pancia. Anche il viaggiatore più esperto può soffrire del cambio di abitudini, ... (Continua)

    08/05/2013 Il prodotto ostacola l'arrivo delle sostanze psicoattive nel cervello

    Un vaccino per sconfiggere la dipendenza da eroina
    Per liberarsi dalla dipendenza da eroina potrebbe essere d'aiuto una sorta di vaccino allo studio di un gruppo di ricercatori dell'Istituto Scripps, in California. Il prodotto sarebbe in grado di impedire alle sostanze psicoattive contenute nella droga di raggiungere il cervello attraverso il flusso sanguigno.
    Il coordinatore dello studio George Koob spiega: “ratti affetti da dipendenza riprendono compulsivamente a utilizzare la droga se ne hanno la possibilità, ma il nostro vaccino blocca ... (Continua)

    10/05/2013 Sintomi depressivi e stress fra i possibili rischi

    Multitasking fonte di ansia
    Siete iper-tecnologici e abituati a interagire con più strumenti alla volta? Multitasking è la vostra parola d'ordine, ma attenti perché potrebbero esserci dei rischi per la salute. Uno studio della Michigan State University condotto dallo psicologo Mark Becker, ha segnalato la possibilità che emergano vari disturbi quali ansia, stress e depressione.
    La ricerca, pubblicata su Cyberpsychology, sottolinea la costante crescita del fenomeno del multitasking, grazie o a causa soprattutto ... (Continua)

    16/05/2013 L'effetto antinfiammatorio del farmaco riduce i sintomi

    Un'aspirina per la depressione
    L'aspirina davvero non smette di sorprendere per la varietà delle sue possibili applicazioni. Uno studio dell'Università di Melbourne ha infatti accertato la capacità del farmaco di ridurre i sintomi legati ai più comuni disturbi mentali, ad esempio la depressione.
    Come altri antinfiammatori quali celecoxib o infliximab, anche l'aspirina riesce ad alleviare i sintomi depressivi o quelli tipici del disturbo bipolare o della schizofrenia grazie alla sua influenza positiva sui processi ... (Continua)

    22/05/2013 Alterate due porzioni di Dna nelle donne che sviluppano la patologia

    Nei geni l'insidia della depressione post partum
    C’è una ragione di ordine genetico che spiega l’insorgenza della depressione post partum. A dirlo è una ricerca della Johns Hopkins University School of Medicine di Baltimora pubblicata sulla rivista Molecular Psychiatry.
    I ricercatori americani hanno scovato delle alterazioni a carico di due porzioni di Dna fondamentali per il circuito regolatore dell’umore. Le alterazioni contraddistinguono l’ipotalamo delle donne che svilupperanno il disturbo e sono riscontrabili attraverso un semplice ... (Continua)

    27/05/2013 Come prevenirla e curarla, 50% di responsabilità tra i sessi
    L’infertilità maschile
    Si definisce infertilità la mancanza di concepimento dopo 12 mesi di rapporti liberi non protetti. E’ fondamentale che la frequenza dei rapporti sia adeguata, e cioè di almeno due volte a settimana.

    In passato si riteneva che la mancanza di concepimento dipendesse soprattutto dalla donna. Gli studi condotti negli ultimi anni hanno invece dimostrato che almeno nel 50% dei casi è l’uomo ad avere una ridotta capacità riproduttiva. Ne è una testimonianza l’incremento esponenziale ... (Continua)
    28/05/2013 Nesso fra l'insufficienza cardiaca e la “menopausa” al maschile
    Lo scompenso cardiaco anticipa l'andropausa
    C'è un legame diretto fra l'insufficienza cardiaca e l'insorgenza dell'andropausa. A dirlo è una ricerca della Wroclaw Medical University, secondo cui lo scompenso cardiaco aumenterebbe di quattro volte le possibilità di un'andropausa anticipata fra gli uomini nella fascia d'età dai 40 ai 59 anni.
    L'andropausa presenta sintomi di vario tipo: di ordine sessuale, legati essenzialmente alla disfunzione erettile e al calo del desiderio; di ordine psicologico, ovvero depressione, ansia, ... (Continua)
    29/05/2013 Un uso eccessivo influenza negativamente i comportamenti e l'umore

    Quando internet fa male ai giovani
    La sfera psico-emotiva dei giovani può essere pregiudicata da un uso eccessivo di internet. Dell'influenza esercitata dai nuovi mezzi tecnologici sui comportamenti e sull'umore dei giovani si occupa l'Osservatorio Sip (Società italiana di pediatria) su “Abitudini e stili di vita degli adolescenti italiani”, che ogni anno fa il punto sulla situazione degli adolescenti della fascia d'età fra i 12 e i 14 anni.
    Il rapporto fa emergere come i ragazzi che navigano su internet per più di 3 ore al ... (Continua)

    31/05/2013 La vicinanza delle persone care riduce i rischi del disturbo

    La violenza domestica associata a depressione post partum
    La depressione post partum che colpisce molte donne è spesso associata a violenza domestica. A rivelarlo è uno studio condotto dal King's College di Londra e pubblicato su Plos Medicine. La ricerca, coordinata da Luoise Howard, mostra che le donne che accusano i principali sintomi della depressione post-parto hanno anche più probabilità di essere state vittime in passato di violenza domestica.
    L'esito della ricerca aggiunge un aspetto da tenere in considerazione per quei medici che hanno a ... (Continua)

    03/06/2013 20:00:25 L'emicrania con depressione forse una distinta entità clinica
    Emicrania con depressione e ridotto volume cerebrale
    In questa direzione vanno i risultati dello studio Ages-Reykjavik, appena pubblicato su Neurology. «Emicrania e depressione spesso convivono, e gli emicranici hanno il doppio del rischio di depressione rispetto alle persone senza mal di testa» spiega Larus Gudmundsson, geriatra all'Istituto nazionale dell'invecchiamento della capitale islandese e primo autore dell’articolo, sottolineando che il rapporto tra emicrania e depressione è bidirezionale, cioè l’una aumenta il rischio dell’altra e ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 391.318.5657
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2021 Italiasalute Riproduzione riservata anche parziale