• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 31 a 40 DI 250

    23/03/2022 12:10:00 Variazioni sul cromosoma 7 sembrano influenzare il rischio

    Alcune mutazioni aumentano la propensione al suicidio
    Ci sarebbe anche una base genetica nei tentativi di suicidio. Lo rivela una ricerca pubblicata su Biological Psychiatry da un team della Icahn School of Medicine at Mount Sinai di New York.
    Gli scienziati hanno individuato una regione del genoma sul cromosoma 7 con variazioni del Dna potenzialmente correlate con un rischio maggiore che il soggetto tenti il suicidio.
    Niahmh Mullins, coordinatore dello studio, spiega: «I pensieri e i comportamenti suicidari possono essere ridotti con ... (Continua)

    22/03/2022 16:00:00 Anche con l’assunzione di antidepressivi a volte la situazione non migliora

    Depressione in gravidanza, i sintomi persistono
    Uno studio pubblicato su Psychiatric Research and Clinical Practice segnala il grande problema della depressione in gravidanza, fenomeno che a volte persiste anche dopo il parto e nonostante l’assunzione di inibitori della ricaptazione della serotonina.
    «Sebbene per la maggior parte delle donne avere un bambino è un momento di gioia e di entusiasmo, per alcune può essere invece difficile e angosciante», esordisce la coautrice Katherine Wisner, direttrice dell'Asher Center for the ... (Continua)

    17/03/2022 16:40:00 Mortalità e ricoveri ridotti dagli Ssri in pazienti con e senza depressione

    Covid, utili gli antidepressivi
    Gli antidepressivi di maggior diffusione, gli inibitori della ricaptazione della serotonina (Ssri), sembrano esercitare un effetto positivo nei pazienti colpiti da Covid-19.
    Ad affermarlo sono due studi pubblicati su Jama Network Open e The Lancet Global Health. Il primo studio è stato coordinato da David K. Stevenson della Stanford University School of Medicine. I pazienti trattati con Ssri sono stati messi a confronto con un gruppo normale di controllo abbinato mediante punteggio di ... (Continua)

    16/03/2022 A un anno dall’infezione aumenta il rischio

    Covid e disturbi mentali
    C’è un legame anche fra Covid-19 e i disturbi di salute mentale, come confermato da uno studio pubblicato sul British Medical Journal da un team della Saint Louis University.
    A un anno dall’infezione, infatti, sembra aumentare il rischio di disturbi di vario tipo come depressione, ansia, abuso di sostanze e disturbi del sonno. «Alcuni studi hanno suggerito che le persone con Covid-19 potrebbero essere maggiormente a rischio di ansia e depressione, ma hanno incluso solo una piccola selezione ... (Continua)

    14/03/2022 09:35:00 L’esercizio fisico può interrompere il circolo vizioso dell’infiammazione

    Long Covid, l’attività fisica può aiutare
    L’infiammazione persistente che caratterizza il Long Covid può essere in qualche modo ridimensionata grazie all’attività fisica. Lo dice uno studio pubblicato su Exercise and Sport Sciences Reviews da un team del Pennington Biomedical Research Center.
    Al momento non esiste un’indicazione specifica dal punto di vista terapeutico per il Long Covid, ma l’attività fisica potrebbe ridurre l’infiammazione che a lungo andare faciliterebbe lo sviluppo di malattie come il diabete o la ... (Continua)

    09/03/2022 11:20:00 Alterazioni neurologiche evidenti anche nelle forme leggere

    Il cervello alle prese con Covid-19
    Sars-CoV-2 può provocare alterazioni neurologiche evidenti, anche quando si sviluppa una forma leggera di Covid-19. Lo afferma una nuova ricerca pubblicata su Nature da un team della University of Oxford guidato da Gwenaëlle Douaud.
    Il team inglese ha coinvolto un campione di 785 persone, di cui 401 avevano contratto il virus, ma solo in 15 casi si era sviluppata una forma grave che aveva richiesto il ricovero. Il campione è stato sottoposto a due risonanze magnetiche del cervello a distanza ... (Continua)

    04/03/2022 09:43:00 Si può prevedere la malattia anche con 15 anni di anticipo

    I segni che annunciano l’Alzheimer
    Ci sono segni premonitori che dovrebbero mettere in allarme medici e soggetti a rischio di Alzheimer. Uno studio pubblicato su The Lancet Digital Health ha svelato l’esistenza di numerosi segnali associabili all’insorgenza della malattia, fra cui stanchezza cronica, depressione, stress e frequenti cadute.
    I ricercatori hanno notato spesso l’insorgenza di queste patologie nei 15 anni precedenti alla diagnosi di Alzheimer.
    Gli scienziati si sono basati sui dati di due diversi database ... (Continua)

    03/03/2022 11:50:00 Sedentarietà e cibo spazzatura i motivi alla base dell’aumento

    Il Covid “regala” 5 chili in più ai bambini
    L’arrivo della pandemia ha determinato, fra le altre cose, un peggioramento delle condizioni di salute anche dei bambini, in particolare di quelli che già prima avevano problemi nella gestione del peso corporeo.
    Uno studio pubblicato su Jama rivela che nell’ultimo anno i bambini in sovrappeso erano ulteriormente ingrassati in media di 3-5 chili, più del triplo del giusto aumento di peso dei loro coetanei sani, peggiorando quindi le condizioni di salute.
    "L’obesità infantile è un problema ... (Continua)

    01/03/2022 15:45:00 Riduce in maniera significativa i sintomi depressivi

    Depressione maggiore, efficace zuranolone
    Il farmaco sperimentale zuranolone sembra efficace nel trattamento della depressione maggiore. È quanto emerge dallo studio CORAL, effettuato su pazienti affetti da disturbo depressivo maggiore (MDD).
    La ricerca ha raggiunto gli obiettivi prefissati, dimostrando al giorno 3 e nel corso delle due settimane di trattamento una riduzione nei sintomi depressivi rapida e statisticamente significativa, raggiungendo gli endpoint primari e secondari principali. Questa evidenza è stata ... (Continua)

    10/02/2022 10:40:00 Eterogenee le manifestazioni cliniche associate

    I sintomi del Long Covid nei bambini
    Il Long Covid può colpire anche i bambini, e nei modi più inaspettati. I sintomi possono manifestarsi in varie zone del corpo, provocando a seconda dei casi depressione, ansia, disordini post-traumatici, anosmia (perdita dell’olfatto), dolori addominali, diarrea, rinorrea (il cosiddetto ‘naso che cola’), tosse, difficoltà respiratorie. A conferma che, così come negli adulti, anche nei più piccoli il Long Covid è una condizione dai confini non ben delineati e che può manifestarsi, o meno, in ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 391.318.5657
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2021 Italiasalute Riproduzione riservata anche parziale