• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 31 a 40 DI 250

    25/01/2007 

    Depressione e psicofarmaci nei bambini
    Tre bambini su mille soffrono di un disturbo depressivo in età prescolare, 2 su 100 in età scolare e un numero variabile tra i 4 e gli 8 su 100 durante l’adolescenza. E’ quanto emerge da “A Public Health Approach to Innovation”, uno studio recentemente condotto dall’OMS. Riguardo alla prevalenza per sesso, è stato osservato che i casi di depressione sono ugualmente distribuiti in età prescolare e scolare, mentre raddoppiano durante l’adolescenza nelle bambine. Inoltre, una percentuale variabile ... (Continua)

    29/01/2007 

    La Narcolessia
    Si tratta di una patologia neurologica che determina sonnolenza e, nella gran parte dei casi, anche un sintomo chiamato Cataplessia, ovvero la perdita di forze (paralisi flaccida)durante le emozioni.
    "Perché la Narcolessia è una malattia sconosciuta anche ai medici - afferma Icilio Ceretelli Presidente dell' Associazione Italiana Narcolettici - all'associazione abbiamo casi di persone che sono state riconosciute solamente dopo 50 anni dall'esordio dei primi sintomi della malattia, è ... (Continua)

    15/02/2007 
    Etilismo femminile
    Gli studi fatti fino a oggi, non hanno approfondito bene il problema dell’alcolismo in campo femminile. L’etilismo femminile non è facilmente rilevabile essendo sovente confinato nel privato o dissimulato per l’elevata riprovazione sociale. La mortalità alcol-correlata, in una fascia d’età compresa tra i 30 e i 34 anni, è tre volte superiore rispetto all’uomo. Oggi si calcola che il numero delle donne alcoliste corrisponde a 1/3 di quello degli uomini; la percentuale di ricoveri delle donne ... (Continua)
    28/02/2007 
    Un nuovo farmaco per la degenerazione maculare
    La degenerazione maculare è una malattia insidiosa: in Italia è la prima causa di cecità nei soggetti sopra i 60 ed i suoi effetti sono terribili anche per l'equilibrio psicologico di chi ne è colpito in quanto circa 1/3 di chi ne soffre è affetto da depressione in forma clinica. E' però una malattia poco conosciuta dalla popolazione e questo è un grave problema in quanto non permette di identificarla, diagnosticarla e curarla adeguatamente.
    E' una malattia cronica e progressiva ... (Continua)
    14/03/2007 

    Le forme di mal di testa
    Mal di testa o cefalea sono termini generici con i quali si definiscono patologie molto diverse fra loro. Le cefalee si distinguono in primarie (in cui il mal di testa non è sintomo di un'altra malattia) e secondarie (in cui il mal di testa è il sintomo di una malattia sottostante). Caratteristiche fondamentali per la classificazione dei vari tipi di cefalea sono: qualità, intensità, ciclicità del dolore e modalità di insorgenza.
    Cefalee primarie
    Sono tutte quelle che non ... (Continua)

    21/03/2007 
    Sindrome della vescica iperattiva
    E' un “nuovo” disturbo urologico che riguarda in Italia circa 3 milioni di persone - uomini e donne - anche in giovane età (oltre 50 milioni in tutto il mondo). Si tratta di una devastante patologia emergente causata da contrazioni involontarie della vescica e caratterizzata dall’improvviso e irrefrenabile bisogno e frequenza di urinare, diurno e notturno, con o senza fughe di urina.
    “Questa malattia emergente e in allarmante aumento ”, dice il professor Lucio Miano, “sempre più ... (Continua)
    27/03/2007 
    Antidepressivo duloxetina e dolore aspecifico
    In un nuovo studio controllato verso placebo, della durata di otto settimane, condotto su 327 pazienti adulti con dolore quantomeno moderato e depressione maggiore, l’antidepressivo duloxetina, alla dose di 60 mg una volta al giorno, ha ridotto in maniera significativa il dolore aspecifico ed i sintomi emotivi associati alla depressione. I risultati sono stati presentati a Madrid, in Spagna, in occasione del 15° Congresso Europeo di Psichiatria.
    Duloxetina, appartenente a una classe di ... (Continua)
    10/04/2007 Un farmaco riduce la sensibilità senza diminuire il piacere

    Uno spray contro l'eiaculazione precoce
    Quello che dovrebbe essere un intenso momento di piacere e intimità con la propria partner diventa spesso, invece, una fonte di malessere e preoccupazioni per gli uomini che soffrono di eiaculazione precoce. Oltre al dispiacere di non riuscire a vivere con piena soddisfazione la propria sessualità, molti uomini, in conseguenza di questa problematica, sviluppano ansia, depressione e difficoltà relazionali. Si stima che circa il 30% dei maschi italiani soffra del disturbo dell'eiaculazione ... (Continua)

    08/05/2007 

    Intolleranze alimentari e test diagnostico
    Le intolleranze alimentari possono essere causate da diversi fattori, quali ad esempio l’alterazione dei cibi nei processi industriali, l’uso eccessivo di medicinali, alcool, la presenza di stress emotivi e fisici, particolari fattori ambientali, l’abitudine ad una dieta non equilibrata. Possono insorgere nel momento in cui si inserisce nella dieta un alimento nuovo o quando lo si assume troppo frequentemente. Esse quindi, sono molto più comuni di quanto si pensa e si sviluppano nel ... (Continua)

    18/05/2007 

    Gardasil. Tumori vulvari e vaginali
    Secondo i risultati pubblicati dal Lancet on-line, Gardasil®, il vaccino quadrivalente contro il Papillomavirus Umano, può prevenire i tumori vulvari e vaginali oltre al tumore del collo dell’utero. In un’analisi combinata di tre studi clinici, Gardasil® ha mostrato una prevenzione del 100% delle lesioni precancerose della vulva e del 100% di quelle della vagina, correlate ai tipi di Hpv 16 e 18, nelle giovani donne (16-26 anni) non ancora entrate in contatto con questi due al momento ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 391.318.5657
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2021 Italiasalute Riproduzione riservata anche parziale