• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 121 a 130 DI 250

    23/08/2010 Una dieta con spinaci, broccoli, cavoli, verze e vari tipi di insalata

    Gli spinaci utili contro l'insufficienza renale cronica
    Spinaci e altri vegetali a foglia larga 'in aiuto' delle persone colpite da insufficienza renale cronica. Questa patologia, infatti, puo' essere corretta anche con l'acido folico, contenuto appunto in queste verdure. Lo sostengono i ricercatori della Seconda Universita' di Napoli e dell'Istituto di Genetica e Biofisica ''A. Buzzati Traverso'' del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Napoli (IGB-CNR). I ricercatori, che hanno pubblicato i risultati del loro studio sul Lancet, hanno infatti ... (Continua)

    08/09/2010 Ricerca americana si pone l'obiettivo più ambizioso

    L'ultima frontiera, leggere nel pensiero
    La scienza si diverte a rincorrere la fantascienza. Come in un romanzo d'avanguardia, infatti, potrebbe essere presto possibile ricostruire il pensiero umano e violare così una delle poche dimensioni intime che ci sono rimaste.
    A tentare ciò che appare ancora adesso impossibile è un gruppo di ricercatori statunitensi guidati dal bioingegnere Bradley Greger dell'Università dello Utah, i quali hanno messo a punto un sistema computerizzato in grado di riconoscere – nel 90 per cento dei casi – ... (Continua)

    20/09/2010 Studio italiano mostra una metodologia meno invasiva e più efficace

    Ictus, nuovo metodo per recuperare
    Arriva un nuovo approccio per il recupero dall'ictus, che consente di ridurre il grado di spasticità e recuperare un buon funzionamento motorio, soprattutto degli arti superiori.
    Al risultato sono arrivati dei ricercatori dell'IRCSS Fondazione Santa Lucia di Roma, che hanno pubblicato gli esiti della ricerca sulla rivista Neurorehabilitation and Neural Repair. L'ictus rappresenta una causa di disabilità fra le più frequenti in età adulta. Malgrado l'immediato avvio della riabilitazione, ... (Continua)

    22/09/2010 10:56:10 Quasi metà degli italiani soffre di una patologia cronica

    Quando la malattia è cronica
    Ai santi, poeti e navigatori bisognerà aggiungere i malati cronici. Oltre il 45 per cento degli italiani, infatti, soffre di una qualche malattia cronica, e circa 8 milioni di essi di una patologia grave, ad esempio diabete, angina pectoris, ictus, tumore, demenza senile ecc.
    A fornire i dati elaborati dall'Istat è la NPS onlus, nel corso della conferenza sull'accesso alle cure nelle malattie croniche. Le patologie più diffuse in tal senso rimangono artrosi e artriti, che colpiscono il 18,3 ... (Continua)

    24/09/2010 L'Agenzia europea del farmaco ne decide il ritiro

    Diabete, rosiglitazone pericoloso per il cuore
    Da anni sotto la luce dei riflettori perché aumenterebbe il rischio di malattie cardiovascolari, il rosiglitazone, la sostanza su cui sono basati diversi farmaci antidiabetici come Avandia, Avaglim e Avandamet, dovrà ora essere ritirato dal mercato. Così si è espressa l'Ema, l'agenzia europea del farmaco, segnando un inasprimento rispetto alla decisione della Fda, l'agenzia statunitense, che pur consentendo la vendita dei medicinali ha imposto il rispetto di una serie di parametri per il loro ... (Continua)

    15/10/2010 Il frutto è ricco di una sostanza che riduce la pressione sanguigna

    Una fetta di cocomero per abbassare la pressione
    Il problema sarà seguire i consigli dei ricercatori durante l'inverno. Stando ai risultati di uno studio americano, infatti, il cocomero avrebbe la capacità di ridurre la pressione sanguigna e di proteggere quindi chi lo consuma dalla preipertensione, una condizione potenzialmente pericolosa per la possibile insorgenza di malattie cardiache.
    Gli scienziati della Florida State University hanno pubblicato gli esiti del loro studio sull'American Journal of Hypertension, sostenendo che la ... (Continua)

    19/10/2010 Ricercatori svelano i meccanismi che regolano la barriera ematoencefalica

    Un passaggio per i farmaci destinati al cervello
    La barriera ematoencefalica (BEE) ha un ruolo fondamentale per la protezione del cervello da sostanze nocive, ma questo potente scudo può creare problemi quando i medici devono introdurre farmaci nel cervello.
    Adesso in Svezia alcuni ricercatori finanziati dall'UE hanno suggerito un altro componente della BEE che potrebbe portare a nuove cure per diverse malattie. Presentato sulla rivista Nature, lo studio suggerisce che i periciti, conosciuti anche come cellule di Rouget, sono il pezzo ... (Continua)

    20/10/2010 Meno probabilità di ammalarsi con livelli ottimali della vitamina
    Vitamina B12 contro l'Alzheimer
    Nuove confortanti evidenze sul ruolo della vitamina B12 nel prevenire la demenza senile arrivano dalla Svezia. Uno studio pubblicato su “Neurology” afferma infatti che la presenza di vitamina B12 nel sangue protegge e previene l'insorgenza di Alzheimer.
    La ricerca condotta dal gruppo di ricerca del dottor Hoosmand del Karolinska Institutet di Stoccolma ha monitorato per 7 anni un gruppo di anziani di età compresa tra i 65 e i 79 anni, che all'inizio dell'osservazione non presentavano ... (Continua)
    29/10/2010 Scoperta variante genica che abbassa il rischio di malattie cardiovascolari

    Proteina associata a minor rischio di ipertensione
    L’ipertensione, il più importante fattore di mortalità globale, dipende dall’interazione di componenti ambientali e genetiche. Tuttavia le variazioni dei DNA finora identificate spiegano solo l’1-2% della differenza di pressione arteriosa in una popolazione. Ciò indica che ci sono ancora molte varianti da scoprire. Una nuova variante genetica è stata identificata da un gruppo di ricercatori, coordinati dall’Università di Glasgow e dall’Istituto Auxologico Italiano di Milano. Questa nuova ... (Continua)

    02/11/2010 I rischi vanno valutati a lungo termine

    Sottostimato il rischio cardiovascolare in Italia
    Oltre l’85% della popolazione italiana tra i 35 e i 50 anni risulta essere a bassissimo rischio cardiovascolare per i prossimi 10 anni. Eppure semplicemente cambiando prospettiva e aumentando la valutazione dei rischi nel tempo la situazione si stravolge radicalmente.
    Lo sostiene uno studio dell’Università Cattolica di Campobasso secondo il quale una grossa fetta della popolazione adulta rischia di essere tagliata fuori dalle strategie di prevenzione a causa di stime ancorate ad una ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 391.318.5657
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2021 Italiasalute Riproduzione riservata anche parziale