• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 131 a 140 DI 250

    02/11/2010 I rischi vanno valutati a lungo termine

    Sottostimato il rischio cardiovascolare in Italia
    Oltre l’85% della popolazione italiana tra i 35 e i 50 anni risulta essere a bassissimo rischio cardiovascolare per i prossimi 10 anni. Eppure semplicemente cambiando prospettiva e aumentando la valutazione dei rischi nel tempo la situazione si stravolge radicalmente.
    Lo sostiene uno studio dell’Università Cattolica di Campobasso secondo il quale una grossa fetta della popolazione adulta rischia di essere tagliata fuori dalle strategie di prevenzione a causa di stime ancorate ad una ... (Continua)

    12/11/2010 Monitoraggio, movimento, mangiare e medicine

    Diabete, le “4M” per gestire alti e bassi della glicemia
    Quattro “emme” per combattere il diabete e mettere un freno agli alti e ai bassi della glicemia, la quantità di zucchero contenuta nel sangue: Monitoraggio della glicemia, Movimento (attività fisica), Mangiare (bene e sano) e – se necessario – Medicine (ipoglicemizzanti o insulina).
    Domenica prossima, 14 novembre, si celebra la Giornata Mondiale del Diabete e gli esperti riassumono nelle “4M” la ricetta per la buona gestione della malattia, una condizione cronica che colpisce 285 milioni di ... (Continua)

    15/11/2010 La perdita di peso fa ritrovare una corretta respirazione

    Apnee notturne, carenza di ossigeno e deficit cognitivi
    L'apnea notturna può causare danni al cervello che va in carenza di ossigeno. Fortunatamente sembra che il danno sia reversibile se il paziente segue la terapia giusta per risolvere il problema. È quanto emerge da una ricerca condotta dall'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano pubblicato sull'American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine. Lo studio è stato coordinato dalla Dottoressa Vincenza Castronovo.
    L'apnea notturna ostruttiva è un disturbo caratterizzato ... (Continua)

    17/11/2010 Trattamento sperimentale sul primo soggetto umano
    Ictus e staminali, la prima volta
    Un'équipe medica dell'Università di Glasgow, in Scozia, annuncia una vera e propria svolta nell'ambito del trattamento dell'ictus grazie alle cellule staminali. I ricercatori britannici daranno infatti vita a una sperimentazione di almeno due anni per verificare l'efficacia dell'iniezione di cellule staminali in un paziente colpito da ictus ischemico.
    Lo studio, il primo del genere al mondo, tenterà di rispondere all'interrogativo riguardante la possibilità di utilizzare le cellule ... (Continua)
    18/11/2010 Onde radio sui reni utili per controllare la pressione arteriosa

    Ipertensione, un rimedio innovativo
    Dall'Australia arriva l'ultima novità per tenere sotto controllo l'ipertensione, uno dei mali moderni più diffusi. Alcuni ricercatori del Baker IDI Heart and Diabetes Institute di Melbourne hanno infatti testato su un gruppo di 100 pazienti ipertesi che mostravano resistenza alle terapie standard un trattamento a base di onde radio che ha come obiettivo i reni.
    In sostanza, la tecnica prevede di raggiungere il rene tramite un catetere e di colpire alcune nervature fondamentali nella ... (Continua)

    23/11/2010 I pazienti con glaucoma sono predisposti ad altre serie malattie

    Non solo glaucoma
    Uno studio effettuato in Taiwan su scala nazionale ha comparato soggetti affetti da glaucoma con persone che non soffrono di questa patologia oculare. I risultati ottenuti hanno evidenziato che i pazienti affetti da glaucoma sono decisamente più inclini ad avere altri seri problemi di salute, come ipertensione, diabete, ulcere e malattie del fegato.
    Questo studio è stato pubblicato nell’edizione di novembre di Ophtalmology, il mensile dell’American Academy of Ophtalmology.
    “I medici ... (Continua)

    26/11/2010 Terapia su misura per uno specifico difetto genico
    Ipertensione, il farmaco giusto per ogni paziente
    Un farmaco per l'ipertensione disegnato sul DNA del paziente. È il risultato di una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Science Translation Medicine.
    Sono tantissimi i farmaci a disposizione per curare l'ipertensione ma proprio per questa grande disponibilità spesso i medici hanno difficoltà ad individuare quello più adatto per il singolo paziente. Risulta infatti che solo 1 paziente iperteso su 5 venga curato adeguatamente.
    Ecco allora che entra in gioco la genetica, ... (Continua)
    15/12/2010 Uno studio per valutare l'azione protettiva

    Effetti di vitamina B e omega 3 su malattie cardiovascolari
    Diversi studi su larga scala hanno esaminato gli effetti della supplementazione con vitamine del gruppo B sulle malattie cardiovascolari, ma nessuno ha riportato effetti significativi sul rischio di queste malattie. Studi osservazionali hanno riportato un’associazione inversa tra malattie cardiovascolari ed assunzione o concentrazioni plasmatiche di acidi grassi omega 3 (soprattutto acido docosaesaenoico e eicosapentanoico), suggerendo che la supplementazione con acidi grassi omega 3 possa ... (Continua)

    28/12/2010 Quello fritto perde le qualità protettive

    Pesce contro infarti e ictus, ma solo se bollito o al forno
    Il pesce è un alimento con molteplici proprietà ma bisogna prestare attenzione al tipo di cottura, se è fritto perde le sue qualità.
    A sostenerlo è uno studio pubblicato su Neurology, la rivista americana dell’American Academy of Neurology. La ricerca è partita dall'osservazione che nella cosiddetta “cintura dell’ictus”, l’area degli Stati Uniti con i più alti tassi di infarto cerebrale, il consumo di frittura era maggiore che in altre zone.
    Secondo lo studio, che ha coinvolto più di ... (Continua)

    03/01/2011 Nuovo allarme su obesità e tumori, occhio al girovita

    Più rischio di cancro per le donne obese
    Non è più solo una questione estetica: i chili di troppo non danneggiano soltanto la linea, ma anche la salute e spesso lo fanno in maniera molto grave.
    Oltre agli aumentati rischi di andare incontro a malattie cardiovascolari, ictus e infarti, l'obesità sembra aumentare le probabilità di ammalarsi di tumore nelle donne che aumentano di peso, soprattutto dopo la menopausa.
    A lanciare nuovamente l'allarme è uno studio britannico, secondo il quale il 44% delle donne inglesi con un ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 391.318.5657
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2021 Italiasalute Riproduzione riservata anche parziale