• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 201 a 210 DI 250

    02/04/2012 I pediatri americani suggeriscono screening a tappeto, ma è giusto?

    Il colesterolo nei bambini, quando preoccuparsi
    Forzati del colesterolo già a 9 anni? È la proposta neanche tanto provocatoria dell'associazione che riunisce i pediatri americani, i quali hanno pubblicato sulla propria rivista Pediatrics nuove linee guida che intendono regolare la questione. Nel documento, i medici statunitensi suggeriscono l'adozione di uno screening a tappeto per tutti i bambini a partire dai 9 anni di età, per ripeterlo poi a 17 anni.
    La comunità scientifica si interroga sull'opportunità o meno di indirizzarsi su ... (Continua)

    19/04/2012 Impiantato in italia Lumax 740 di innovativa tecnologia e sicurezza

    Il primo defibrillatore biventricolare compatibile con RMN
    La gamma dei Lumax 740 di ICD (defibrillatori cardiaci impiantabili) e CRT-D (defibrillatori per la terapia di risincronizzazione cardiaca) sono compatibili con la Risonanza Magnetica (RMN)1, grazie all’innovativa tecnologia BIOTRONIK ProMRI®. “Con questa nuova gamma di defibrillatori BIOTRONIK offre l’accesso alle più avanzate tecnologie diagnostiche e la libertà di scegliere il sistema ICD più adatto per ogni paziente”. “Lo sviluppo della nuova tecnologia ProMRI® rappresenta un ... (Continua)

    09/05/2012 Ma servono maggiori controlli per sradicare il fenomeno

    Il doping è sempre più individuabile
    Se la battaglia al doping è a seconda di molti un fattore fisiologico da mettere in conto quando si parla di sport, è pur vero che i controlli stanno diventando sempre più accurati e i modi per aggirarli sempre più complessi.
    Ne abbiamo parlato con il prof. Luigi Di Luigi, endocrinologo presso il dipartimento di Scienza della Salute Università di Roma “Foro Italico, Unità di Endocrinologia, che a nome della Società italiana di endocrinologia ha rilasciato questa intervista durante il ... (Continua)

    11/05/2012 Confermati i risultati degli studi sul sistema di denervazione renale

    Ipertensione resistente ai farmaci
    Nuove conferme dei benefici clinici della denervazione renale, terapia innovativa per il trattamento dell’ipertensione resistente ai farmaci, arrivano dai maggiori congressi internazionali. Nel corso dell’American College of Cardiology svoltosi a Chicago lo scorso marzo, infatti, sono stati presentati sia i risultati dello studio SYMPLICITY HTN-1, che hanno dimostrato la sicurezza e l’efficacia della denervazione renale fino a tre anni, sia quelli dello studio SYMPLICITY HTN-2, che hanno ... (Continua)

    25/05/2012 10:11:29 Problemi cardiovascolari e aumento del rischio di tumori

    I danni delle apnee notturne
    Il russamento non è soltanto un problema per chi ci dorme affianco. Le apnee notturne, in particolare, sono associate a una maggiore probabilità di soffrire di ipertensione, come emerge dalle linee guida sull'argomento messe a punto dalla European Society of Hypertension e dalla European Respiratory Society.
    Uno degli autori del documento, il direttore della divisione di Cardiologia presso l'Auxologico di Milano, prof. Gianfranco Parati, spiega: “le linee guida sono il risultato di uno ... (Continua)

    04/06/2012 17:05:30 I risultati dello studio internazionale IST 3
    I benefici della terapia trombolitica in caso di ictus
    L’ictus ischemico colpisce ogni anno in Italia da 150000 a 200000 persone. La prognosi dell’ictus ischemico è migliorata negli ultimi anni grazie ai progressi dell’assistenza, ma tuttora un terzo dei pazienti non sopravvive per più di 6 mesi e un terzo rimane gravemente disabile.
    Fino ad oggi, la terapia con il farmaco r-tPA - che ha la capacità di sciogliere i coaguli di sangue presenti nelle arterie cerebrali al momento dell’ictus, e quindi di diminuire o evitare il danno neurologico ... (Continua)
    12/06/2012 09:51:48 Più probabile il decesso per motivi legati allo stress e alla depressione

    Il compleanno? Un bel giorno per morire
    Se è il vostro compleanno cominciate a fare gli scongiuri. Una ricerca dell'autorevole Università di Zurigo sostiene che morire il giorno del proprio compleanno non è un evento così raro, ma è anzi più probabile che lasciare questo mondo in un giorno qualunque.
    I ricercatori elvetici hanno studiato i dati relativi a oltre 2 milioni di decessi che si sono verificati nel giro di 40 anni. In coincidenza con la propria data di nascita aumenta il livello di stress e di sintomi depressivi che ... (Continua)

    15/06/2012 Se attiva ha un effetto protettivo sui neuroni
    Scoperta proteina che regola le informazioni cerebrali
    Un team di neuroscienziati britannici ha compiuto un'importante scoperta che potrebbe portare a nuove terapie per l'ictus e l'epilessia. La scoperta riguarda una proteina in grado di regolare il trasferimento di informazioni tra le cellule nervose nel cervello.
    Quando si attiva, sarebbe in grado di proteggere i neuroni dai danni creati durante un'insufficienza cardiaca o un attacco epilettico. Lo studio finanziato anche dall'Unione Europea, è stato pubblicato sulle riviste Nature ... (Continua)
    05/07/2012 Farmaci innovativi per ridurre il ricorso alla chirurgia
    Nuove cure per la sindrome di Cushing e l'acromegalia
    Crescono le speranze per affrontare la malattia di Cushing, l’acromegalia ed il gigantismo, patologie rare che fino a qualche tempo fa potevano essere trattate esclusivamente con l’asportazione dell’adenoma dell’ipofisi (una piccola ghiandola all’interno del cranio) che dà origine agli scompensi ormonali che le caratterizzano.
    Lo sottolineano gli esperti riuniti presso l’Aula Magna della Facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università di Brescia in occasione del Congresso “Clinical Update ... (Continua)
    11/07/2012 17:19:29 Possibile utilizzo in caso di patologie cardiovascolari
    Cannabis utile in caso di diabete
    Non solo per alleviare il dolore dei pazienti oncologici. La cannabis potrebbe presto essere utilizzata anche per quei pazienti obesi che sono particolarmente a rischio di sviluppo del diabete o di altre patologie cardiovascolari.
    A dirlo è una ricerca dell'Università di Buckingham, nel Regno Unito, secondo cui alcuni composti presenti nelle foglie della famosa pianta sarebbero in grado di aumentare la percentuale di energia che l'organismo brucia. Stando ad alcuni test effettuati sugli ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 391.318.5657
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2021 Italiasalute Riproduzione riservata anche parziale