• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 231 a 240 DI 250

    02/12/2016 11:10:00 Linee guida specifiche per la fascia pediatrica

    Ipertensione arteriosa nei bambini
    L'ipertensione arteriosa colpisce circa il 5% della popolazione pediatrica. Una percentuale che supera il 20% se abbinata a obesità grave. Si tratta di un fenomeno in costante aumento tra bambini e ragazzi al punto che le ultime linee guida del luglio 2016 per la prima volta sono state espressamente dedicate alla fascia pediatrica.
    Se ne è parlato al convegno promosso dall'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù "Ipertensione arteriosa in età pediatrica: prevenzione, diagnosi e trattamento".
    È ... (Continua)

    25/11/2016 16:10:00 Comunicare il disagio al diabetologo può salvare la vita

    Il nesso fra disfunzione erettile e diabete
    Raccontare al proprio diabetologo delle eventuali difficoltà nella funzione sessuale può salvare la vita del paziente diabetico.
    L’elevato rischio di aterosclerosi collegato al diabete tende infatti a colpire tutte le arterie dell’organismo: la persona diabetica ha un elevato rischio sia di malattia coronarica (infarto), sia di vascolopatia cerebrale (ictus), sia di vascolopatia degli arti inferiori (piede diabetico).
    La particolare fragilità vascolare del paziente diabetico costringe a ... (Continua)

    18/11/2016 15:50:00 Anche nei pazienti a rischio intermedio

    TAVI più efficace della chirurgia
    La TAVI, l’intervento per sostituire, in caso di stenosi aortica, la valvola aortica degenerata per via transcatetere, dall’inguine o attraverso la punta del cuore, senza ricorrere a un intervento di cardiochirurgia a cuore aperto, non sarà più riservata ai soli pazienti inoperabili o a rischio operatorio troppo elevato.
    Lo ha stabilito nelle scorse settimane la concessione, sulla base dei dati emersi dagli studi scientifici, del marchio CE alla valvola SAPIEN 3 di Edwards Lifesciences, per ... (Continua)

    17/11/2016 11:45:00 Fondamentale individuare la soluzione migliore per ogni paziente

    Influenza, un vaccino su misura
    Il medico deve selezionare i vaccini antinfluenzali più adatti alle diverse tipologie di pazienti. E così anche il Sistema Sanitario Nazionale: deve scegliere accuratamente i prodotti sulla base dei risultati scientifici disponibili, per assicurare che ogni cittadino sia adeguatamente protetto.
    L'appello a una migliore gestione dei diversi presidi contro l'influenza arriva dal congresso della Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Salute Pubblica, dove Paolo Bonanni, professore ... (Continua)

    09/11/2016 16:30:00 Il loro utilizzo migliora la stima di rischio

    Fibrillazione atriale, tre biomarcatori per l'ictus
    Introdurre tre nuovi biomarcatori nella valutazione del rischio di ictus fra i pazienti affetti da fibrillazione atriale consente di migliorare l'efficacia del punteggio CHA2DS2-VASc.
    Lo dice uno studio apparso su Jama Cardiology e firmato da Christian Ruff del TIMI Study Group presso il Brigham and Women Hospital di Boston. Gli scienziati hanno esaminato i dati di 4.880 pazienti arruolati nello studio ENGAGE-AF-TIMI. Al momento della randomizzazione solo per 48 di loro erano disponibili i ... (Continua)

    08/11/2016 10:42:00 Zikv-117 protegge sia i feti che gli adulti

    L'anticorpo che ferma Zika
    Un nuovo anticorpo potrebbe risultare letale per il virus Zika. A dimostrarlo è una ricerca della Vandebilt University coordinata da James Crowe e pubblicata su Nature. «Il più potente degli anticorpi che abbiamo individuato mostra di essere in grado di bloccare i ceppi del virus presenti in Africa, Asia e nelle Americhe», scrivono i ricercatori su Nature.
    L'anticorpo, denominato Zikv-117, fa parte di quella famiglia di anticorpi isolati nei globuli bianchi di 3 persone infettate dal virus. ... (Continua)

    07/11/2016 09:40:00 Riduzione del rischio pari al 12 per cento

    Un uovo per allontanare l'ictus
    Mangiare uova potrebbe essere un'attività riabilitata agli occhi di medici e opinione pubblica. L'alimento, infatti, non gode di particolari favori, dato che avrebbe l'effetto di aumentare i livelli di colesterolo Ldl nel sangue.
    Tuttavia, una nuova ricerca svela un altro possibile effetto, stavolta positivo, sull'organismo. Secondo uno studio pubblicato sul Journal of the American College of Nutrition, mangiare un uovo al giorno ridurrebbe del 12 per cento il rischio di ictus.
    I ... (Continua)

    03/11/2016 14:37:00 Perdere la calma non conviene

    La rabbia che fa male al cuore
    Arrabbiarsi fa male al cuore. Nelle ore immediatamente successive a uno scatto di ira il rischio di infarto sale in maniera esponenziale. Lo dice uno studio pubblicato su Circulation da un team del Royal North Shore Hospital di Sidney, secondo cui arrabbiarsi fa salire di oltre 8 volte le probabilità di una crisi cardiaca rispetto alla norma. Meglio evitare anche le crisi di ansia, che aumentano di 9 volte il rischio di infarto.
    Francesco Prati, presidente della Fondazione centro lotta ... (Continua)

    03/11/2016 09:46:00 Quasi 400 calorie in più per chi ha problemi di sonno

    Dormire poco fa ingrassare
    Dormire poco non conviene per niente. Una ricerca del King's College London rivela che, oltre ai problemi di scarsa lucidità mentale, la mancanza di sonno comporta anche un rischio più elevato di ingrassare.
    In media, chi dorme meno ore ha la tendenza a consumare 385 calorie in più rispetto agli altri, come emerge dallo studio pubblicato sul Journal of Clinical Nutrition.
    La mancanza di sonno spinge l'organismo a mangiare di più durante il giorno e soprattutto aumenta la voglia di cibi ... (Continua)

    19/10/2016 12:40:00 Svelata l'azione terapeutica delle cellule

    Ischemia cerebrale, come agiscono le staminali nel recupero
    In caso di danno cerebrale dovuto a ictus, il trapianto di cellule staminali neurali potrebbe offrire in futuro una strategia per migliorare e accelerare il recupero delle funzioni cerebrali compromesse.
    Il meccanismo dietro l’effetto terapeutico di queste cellule è stato svelato da un gruppo di ricercatori dell’Unità di Neuroimmunologia dell’IRCCS Ospedale San Raffaele.
    La ricerca, appena pubblicata su Journal of Neuroscience, dimostra in modelli murini come le cellule staminali ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 351.666.0911
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2023 Okmedicina Riproduzione riservata anche parziale