• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 61 a 70 DI 250

    29/10/2008 15:27:18 
    Sindrome da eminegligenza spaziale: scoperti meccanismi
    La sindrome da eminegligenza spaziale (neglect) comporta nei pazienti che ne sono colpiti una difficoltà a prestare attenzione o a compiere azioni nello spazio a sinistra del loro corpo: è una conseguenza ricorrente di un ictus che colpisce l’emisfero destro del cervello e influenza negativamente anche le possibilità di riabilitazione dopo tale evento. Comprendere a fondo i meccanismi che ne sono alla base è quindi fondamentale per adottare nuove strategie terapeutiche ed accelerare i processi ... (Continua)
    31/10/2008 10:26:26 

    Ictus cerebrale: italiani scoprono cellule riparatrici
    Per la prima volta un gruppo di ricercatori italiani individua una concreta possibilità di rimediare alla perdita cellulare alla base di malattie neurodegenerative acute, quali l’ictus o il trauma cerebrale, e croniche, come la sclerosi multipla e il morbo di Alzheimer. La scoperta si basa sulla possibilità di sfruttare la capacità del cervello di auto-ripararsi reclutando cellule progenitrici immature, simili alle cellule staminali e ancora presenti nel cervello adulto, e “indirizzandole” a ... (Continua)

    10/11/2008 15:15:40 
    Studio Jupiter conferma efficacia di rosuvastatina
    Riuscire a capire come sia possibile evitare eventi cardiovascolari avversi nella parte di popolazione non considerataa rischio.
    Questo è stato l'obiettivo dello studio scientifico Jupiter che ha pianificato e condotto una sperimentazione controllata e randomizzata con la rosuvastatina su 17.802 persone, scelte da un gruppo potenziale più grande di 89.890 individui. Lo studio Jupiter, di sui ora sono stati resi noti i primi risultati sull'obiettivo primario, è stato condotto ... (Continua)
    14/11/2008 16:10:20 

    I bimbi obesi hanno le arterie dei 45enni
    A trent'anni i bambini obesi potrebbero andare incontro agli stessi rischi di ictus e di infarto delle persone adulte. Le loro arterie, infatti, hanno lo spessore e le caratteristiche di un individuo di 45 anni, anche se la carta d'identità dei piccoli non segna più di dieci primavere.
    Lo ha denunciato uno studio condotto da un gruppo di ricercatori della University of Missouri-Kansas City School of Medicine e del Children’s Mercy Hospital e presentato al congresso dell'American Heart ... (Continua)

    17/11/2008 12:41:56 
    Il fumo deforma il cuore
    Lo si è detto in tutte le lingue e lo si è persino scritto sui pacchetti di sigarette: il fumo danneggia gravemente la salute. Questo vale sia per chi non sa rinunciare alle “bionde” sia per chi subisce il fumo altrui, andando incontro a danni spesso gravissimi, come tumori, infarti, ictus e altre serissime patologie.
    Uno studio americano, pubblicato sull'European Journal of Heart Failure, afferma che l'esposizione prolungata al fumo di tabacco, anche passivo, può causare un brusco ... (Continua)
    25/11/2008 13:23:21 

    Sesso migliore per i magri
    Le persone magre potrebbero avere una vita sessuale più soddisfacente rispetto a chi è in sovrappeso. Le ultime evidenze scientifiche confermano che il grasso corporeo abbassa i livelli di testosterone, per cui gli individui in sovrappeso od obesi corrono un maggiore rischio di disfunzione erettile. Inoltre la massa grassa in sovrappiù aumenta la debolezza muscolare, l'astenia e la difficoltà nei movimenti.
    E’ stato dimostrato da un recente studio, condotto presso l’Università di Firenze e ... (Continua)

    25/11/2008 15:31:12 
    Nuovo studio sul disturbo post-ictus
    Un importante tassello scientifico che si aggiunge al mosaico di conoscenze sull'aprassia, frequente e tipico disturbo conseguente ad un ictus, che causa l'incapacità di compiere gesti e azioni già appresi e ben conosciuti, pur conservando inalterate le capacità intellettive e linguistiche.
    Ricercatori italiani dell'Irccs Fondazione Santa Lucia e dell'università La Sapienza di Roma hanno appena concluso un'indagine scientifica che rivela nuovi aspetti di questa problematica.
    Finora si ... (Continua)
    25/11/2008 16:56:12 

    Pazienti più sicuri con la simulazione medica avanzata
    Un simulatore per imparare a fare l’ecografia e gestire ‘casi’ urgenti. Si chiama SonoSim ed è il risultato dell’impiego combinato di due tecnologie già esistenti: a un manichino, capace di riprodurre le principali patologie più frequenti in situazioni di emergenza, si è aggiunta una nuova e inedita tecnologia che permette di eseguire un esame ecografico di diversi distretti corporei, ottenendo le relative immagini in tempo reale.
    È il primo al mondo con queste caratteristiche integrate e ... (Continua)

    28/11/2008 16:45:05 

    Gli anziani depressi rischiano l’ictus
    Gli anziani che soffrono di depressione rischiano l’ictus. Sono queste le conclusioni alle quali è giunto lo studio condotto dai geriatri dell’Università di Palermo su 15 pazienti di età compresa fra i 66 e gli 80 anni. I dati ottenuti mostrano che si è registrato un tasso di incidenza maggiore di eventi cerebrovascolari acuti in pazienti con depressione severa, con lieve compromissione cognitiva e declino funzionale.
    Lo studio ha evidenziato come una grave situazione depressiva in pazienti ... (Continua)

    04/12/2008 10:39:19 

    Una "bustina di tè" alle staminali per curare l'ictus
    Curare l'ictus può diventare semplice come bersi una tazza di tè. Un gruppo di bioingegeneri britannici della società Biocompatibles International hanno realizzato quella che sembra una piccola e comunissima bustina di tè che misura solo 2 centimetri di larghezza, ma che in realtà contiene un vero proprio portento dell'ingegneria genetica: un concentrato di cellule staminali prelevate dal midollo osseo che hanno la capacità di trasformarsi in un farmaco che protegge le cellule cerebrali dalla ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 391.318.5657
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2021 Italiasalute Riproduzione riservata anche parziale