• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 172

    Risultati da 1 a 10 DI 172

    26/03/2003 
    Più mortalità e tumori per chi è colpito da Sindrome di Down
    I pazienti affetti da Sindrome di Down hanno una mortalita' molto piu' alta rispetto alle persone sane. Colpa, soprattutto, di disfunzioni cerebrali e malattie cardiocircolatorie. Ma anche il rischio di cancro, e di leucemia in particolare, e' maggiore tra i pazienti affetti da questa malattia genetica. Uno studio statunitense, cui hanno partecipato anche Svezia e Danimarca, pubblicato sulla rivista 'Archives of Internal Medicine', indaga sui rischi associati alla trisomia del cromosoma 21 e ... (Continua)
    03/09/2004 
    Grassi Omega-3 prevengono l'Alzheimer
    Una dieta ricca di alimenti contenenti acidi grassi Omega-3, noti anche come DHA, può aiutarci a prevenire il Morbo di Alzheimer, anche se si è portatori del gene che ci rende vulnerabili alla malattia.
    La sorprendente scoperta è opera di un gruppo di ricercatori dell'University of California, a Los Angeles, guidati da Greg Cole, grazie a studi condotti sui topi.
    I ricercatori hanno allevato dei topi portatori del gene noto per la caratteristica di causare le lesioni del cervello ... (Continua)
    28/11/2006 
    Un collirio contro l'Alzheimer
    Nuove e interessanti prospettive nella cura della malattia di Alzheimer, grazie a un collirio che contiene la molecola Ngf. Una goccia di questa sostanza è in grado di raggiungere i neuroni del prosencefalo basale e prevenirne la morte.
    E’ questo il risultato di studi clinici condotti da Luigi Aloe dell’Istituto di neurobiologia e medicina molecolare (Inmm) del Consiglio nazionale delle ricerche di Roma e da Alessandro Lambiase della Clinica oculistica dell’Università di Roma ... (Continua)
    19/03/2008 
    Una molecola per cicatrizzare le ulcere
    Le ulcere oculari e le ulcere cutanee sono patologie molto diffuse, in gran parte prive di terapie adeguate e risolutive. Un importante passo in avanti arriva da uno studio dei ricercatori Luigi Aloe e Paola Tirassa dell’Istituto di Neurobiologia e Medicina Molecolare (INMM) del Consiglio Nazionale delle Ricerche e Alessandro Lambiase del Campus Biomedico. La ricerca riguarda l’azione cicatrizzante della molecola nerve growth factor (NGF) in diverse tipologie di ulcere umane, incluse quelle da ... (Continua)
    07/07/2008 
    Da un fattore di crescita la cura per l'Alzheimer
    Il fattore di crescita neuronale (Ngf - Nerve Growth Factor) blocca le vie che portano alla malattia di Alzheimer, aprendo la strada al suo impiego per fini terapeutici. E’ questa la nuova scoperta di un gruppo di ricerca del Consiglio nazionale delle ricerche, coordinato da Pietro Calissano e dell’Ebri (European brain research institute-Centro europeo di ricerche sul cervello), guidato da Antonino Cattaneo.
    A 50 anni dalla scoperta del fattore di crescita nervoso che è valsa il Nobel ... (Continua)
    11/07/2008 

    Dai pomodori vaccino contro Alzheimer
    Forse ci si è avvicinati alla cura per l'Alzheimer, o almeno ad impedire che esso si manifesti negli individui, grazie al pomodoro.
    Presso il Korea Research Institute of Bioscience and Biotechnology (KRIBB) di Seoul, si sta studiando una particolare cura basata su pomodori geneticamente modificati da utilizzare come vaccino.
    I ricercatori coreani, coordinati da HyunSoon Kim, hanno modificato geneticamente una pianta di pomodoro inserendo nel suo Dna il gene della proteina che causa ... (Continua)

    08/10/2008 10:30:17 
    Un cerotto per curare l'Alzheimer
    E’ disponibile ora anche in Italia Rivastigmina cerotto: il primo ed unico cerotto transdermico per il trattamento dei sintomi della malattia di Alzheimer, che nel nostro paese colpisce circa 520mila persone e 24 milioni di individui nel mondo.
    Il morbo di Alzheimer è una malattia progressiva e degenerativa che altera il funzionamento del cervello ed è associata a un indebolimento nella trasmissione dei segnali tra le cellule nervose nel cervello, in conseguenza alla diminuzione del ... (Continua)
    31/10/2008 10:26:26 

    Ictus cerebrale: italiani scoprono cellule riparatrici
    Per la prima volta un gruppo di ricercatori italiani individua una concreta possibilità di rimediare alla perdita cellulare alla base di malattie neurodegenerative acute, quali l’ictus o il trauma cerebrale, e croniche, come la sclerosi multipla e il morbo di Alzheimer. La scoperta si basa sulla possibilità di sfruttare la capacità del cervello di auto-ripararsi reclutando cellule progenitrici immature, simili alle cellule staminali e ancora presenti nel cervello adulto, e “indirizzandole” a ... (Continua)

    04/02/2009 16:26:16 
    Curare l'Alzheimer con l'insulina come il diabete
    La terapia a base dell'ormone insulina, utilizzata nella cura del diabete di tipo 2, potrebbe essere efficace anche per combattere il Morbo di Alzheimer.
    La scoperta, che potrebbe, se confermata, aprire nuovi scenari terapeutici per questa grave demenza, viene da una ricerca condotta presso la Northwestern University (Usa) e l'Universita' di Rio de Janeiro (Brasile) e pubblicata sulla rivista “PNAS” (Proceedings of the National Academy of Sciences of the United States of America).
    Gli ... (Continua)
    16/03/2009 

    Scoperto gene per fermare l'Alzheimer
    Riuscire a fabbricare una proteina beta-amiloide sintetica che possa fermare la progressione del Morbo di Alzheimer, almeno nelle sue forme gravi e sporadiche.
    Questa è la sensazionale prospettiva terapeutica che si delinea dallo studio svolto all'Istituto Neurologico “Carlo Besta” di Milano dal dott.Fabrizio Tagliavini in collaborazione con ricercatori dell'Università di Milano e dell'Istituto Mario Negri.
    La ricerca, che sarà pubblicata sulla rivista “Science”, ha studiato il caso di un ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18

    Italia Salute Redazione TEL. 391.318.5657
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2021 Italiasalute Riproduzione riservata anche parziale