• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 1 a 10 DI 250

    15/02/2001 
    Una scia luminosa aiuta a combattere il melanoma
    Il melanoma viene fotografato e l’immagine che si forma sembra una cometa (lascia un alone giallo che circonda la lesione cutanea e una scia luminosa in direzione del linfonodo loco-regionale). Potrebbe essere un segno di metastasi già in atto: così pensava inizialmente l’équipe del prof. Aldo Di Carlo primario dermatologo del San Gallicano di Roma e responsabile del Servizio di teletermografia (attivo dal 1976). Dall’indagine istologica e immunoistochimica, è invece risultato che la scia o la ... (Continua)
    03/04/2001 

    Gene sentinella contro cellule tumorali
    Presso il National Human Genoma Research Institute e l'Università del Texas nell'ambito di una ricerca alcuni studiosi hanno individuato un nuovo gene soppressore dei tumori. Il gene, denominato ST7, localizzato sul cromosoma 7, svolge un ruolo di primo piano nel controllo della crescita cellulare. Gli studi nel settore fino a questo momento hanno sostenuto che se un gene soppressore risulta inattivato, alcune cellule fuggono al suo controllo e si trasformano diventando maligne. Gli esperti ... (Continua)

    03/10/2001 
    Il papilloma
    Il virus del papilloma umano (HPV) non è soltanto l'agente eziologico delle comuni verruche ma è anche il principale motivo di cancro alla cervice uterina. Questo tumore registra ogni anno nel mondo più di 460.000 nuovi casi, con un'incidenza particolarmente elevata nei Paesi in via di sviluppo dove è causa di oltre 45.000 vittime tra le donne. Non bisogna del resto dimenticare che sono molto frequenti le verruche causate da cosmetici non adeguatamente testati e ciò non deve essere affatto ... (Continua)
    10/10/2001 
    Il linfoma di Hodgkin
    Conosciuto anche come "linfosarcoma", esso appartiene alla famiglia dei tumori maligni che aggrediscono il sistema linfatico. Le affezioni di tal natura vengono suddivise in due gruppi: il linfoma di Hodgkin e i linfomi non-Hodgkin.
    Il linfoma di Hodgkin è una varietà di cancro che colpisce le cellule. Benché le cellule che costituiscono l'organismo abbiano aspetto e funzioni diverse, la maggior parte di esse si ripara e si riproduce nello stesso modo. Di norma, la divisione delle ... (Continua)
    31/12/2001 

    Cellule dentritiche per la prevenzione dei tumori
    Grazie all'uso delle cellule dentritiche uno studio americano-giapponese ha messo a punto un nuovo metodo per rendere piu' rapida, meno costosa e piu' accessibile la ricerca del sistema che permettera' di prevenire i tumori. La tecnica non prevede, come nel metodo classico, l'estrazione di cellule dendritiche dall'organismo prima del reimpianto una volta attivate e potenziate. Si basa, invece, sulla stimolazione, in loco, di paricolari cellule (cellule Langherans della pelle) attraverso ... (Continua)

    03/01/2002 
    H. pylori: cancro stomaco & ulcera
    L'Helicobacter pylori è al centro di alcune ricerche che ne sottolineano la dannosità e la nocività per il nostro organismo, attaccato da tumori e ulcere causate proprio dal batterio.
    La prima campagna di studio è stata avviata dall'Istituto Karolinska di Stoccolma, i cui risultati si basano sull'utilizzo di test Immunoblot che (diversamente dai test Elisa convenzionali) individua anche precedenti infezioni. Secondo gli specialisti svedesi, infatti, la scomparsa del batterio e quindi la ... (Continua)
    11/02/2002 
    La stipsi
    Si descrive con questo termine la diminuzione della frequenza delle evacuazioni, malessere che può essere associato (o meno) a difficoltà dovute a feci dure.
    La sintomatologia della stipsi il più delle volte è lieve ed aspecifica; possono, tuttavia, comparire dolore in concomitanza dell'evacuazione; senso di incompleto svuotamento intestinale; senso di pesantezza addominale. Fondamentale è distinguere la stipsi idiopatica - in cui non è possibile ritrovare una causa effettiva - da una ... (Continua)
    09/04/2002 
    Malattie da amianto
    Le malattie che l'amianto può provocare.
    Placca Pleurica:
    La pleura è una menbrana sottile e trasparente, incollata sulla superficie interna delle pareti toraciche e alla superficie esterna dei polmoni. La placca ialina si forma generalmente sulla pleura parietale. Consiste in una chiazza di ispessimento più o meno estesa e talora calcificata.
    Asbestosi:
    La presenza di quantità elevate di amianto nel polmone è causa di una malattia detta asbestosi.  Il tessuto ... (Continua)
    04/07/2002 

    Infiammazioni croniche favoriscono i tumori
    Guai a sottovalutare le infiammazioni, specie se croniche. Potrebbero essere la porta d'accesso per il cancro.
    A sostenerlo sono gli esperti dell'Istituto di Fisiopatologia Respiratoria del Cnr di Palermo, nel corso di un Convegno internazionale organizzato in collaborazione con l'Università di Palermo e la Fondazione Menarini.
    Le infiammazioni croniche infatti determinano la produzione di molecole che interagiscono con le cellule, favorendo le neoplasie.
    ''Nella ... (Continua)

    04/10/2002 
    FATTORE C-MYC ESSENZIALE IN SVILUPPO NEOPLASTICO
    Il proto-oncogene c-Myc, un fattore di trascrizione gia' sospettato di essere coinvolto nello sviluppo di alcuni tumori, conferma il suo ruolo nella proliferazione neoplastica. Secondo ricercatori dell'Universita' di Cleveland, infatti, esso contribuisce in maniera essenziale alla loro progressione, promuovendo la vascolarizzazione delle neoplasie durante la fase proliferativa delle cellule maligne. Secondo gli specialisti il fattore c-Myc potrebbe essere un possibile bersaglio terapeutico ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 391.318.5657
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2021 Italiasalute Riproduzione riservata anche parziale