ARTICOLI TROVATI : 100

Risultati da 1 a 10 DI 100

21/06/2024 10:40:00 I sintomi della malattia impattano sulla qualità del sonno

Come affrontare i disturbi del sonno nel Parkinson
Il Parkinson è la seconda malattia neurodegenerativa più frequente al mondo e colpisce circa 6,1 milioni di persone. Si tratta di una patologia complessa causata dalla morte progressiva di alcune cellule del cervello che producono dopamina, un neurotrasmettitore che controlla i movimenti del corpo. È caratterizzata da tremore, rigidità muscolare, lentezza dei movimenti e disequilibrio. Si manifesta per lo più attorno ai 60 anni con circa il 10% di pazienti sotto i 50 anni.
I disturbi del ... (Continua)

20/06/2024 14:55:00 Possibile individuare la malattia 7 anni prima

Un test per scoprire in anticipo il Parkinson
Predire la malattia di Parkinson 7 anni prima dell’insorgenza dei sintomi grazie a un test del sangue poco invasivo e l’intelligenza artificiale. È l’obiettivo che si è posto un team di ricercatori, guidato da scienziati dell’University College London e dell’University Medical Center Goettingen, che su Nature Communications hanno pubblicato i primi promettenti risultati frutto di 10 anni di osservazione.
“Man mano che diventano disponibili nuove terapie per trattare il Parkinson, dobbiamo ... (Continua)

20/06/2024 11:10:00 Massimo livello di efficacia rispettando i tempi di assunzione

La melatonina va presa 3 ore prima di dormire
Non subito prima di dormire, ma 3 ore prima di mettersi a letto. Così, secondo uno studio dell’Università di Pisa pubblicato sul Journal of Pineal Research, sarebbero le modalità di assunzione della melatonina affinché la sostanza sia veramente efficace.
"Per la prima volta - spiega Ugo Faraguna, coordinatore del lavoro dell'Ateneo pisano - la nostra ricerca dà indicazioni precise su come usare efficacemente la melatonina per favorire il sonno. Gli studi condotti finora hanno dato risultati ... (Continua)

11/06/2024 12:30:00 La glomerulonefrite può scatenare una malattia renale cronica

Lo streptococco mette a rischio i reni dei bambini
Non solo faringite o tonsillite, lo Streptococcus Pyogenes (SBEA) può determinare nei bambini colpiti anche la glomerulonefrite acuta (APSGN), condizione che può portare allo sviluppo della malattia renale cronica. Per questo, di fronte all’aumento dell’incidenza e invasività delle infezioni streptococciche che si è registrato nell’ultimo anno, i nefrologi italiani lanciano un appello a non sottovalutare i sintomi che potrebbero segnalare la presenza di questa condizione nei bambini
Alcuni ... (Continua)

11/06/2024 11:21:00 Nei pazienti con problematiche cardiache di natura genetica

Le bevande energetiche aumentano il rischio di aritmie
Meglio evitare il consumo di bevande energetiche. Lo riafferma un nuovo studio pubblicato su Heart Rhythm da scienziati della Cardiac Electrofisiology Society e della Pediatric & Congenital Electrofisiology Society e della Mayo Clinic.
Il team guidato da Michael J. Ackerman ha coinvolto 144 pazienti sopravvissuti ad arresto cardiaco improvviso.
Nel 5% dei casi i soggetti hanno riferito di aver consumato una o più bevande energetiche poco prima dell’attacco cardiaco. Non c’è ovviamente un ... (Continua)

10/06/2024 12:52:00 Più probabili anche esperienze psicotiche e ansia

L’inquinamento in età infantile favorisce la depressione
Essere esposti da bambini a inquinamento acustico e ambientale ha l’effetto di aumentare le probabilità di soffrire di ansia e depressione una volta adulti. A rimarcarlo è uno studio pubblicato su Jama Network Open che segnala come l’inquinamento, sia acustico che ambientale, provochi il rilascio di ormoni dello stress, aumenti la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna e la vasocostrizione.
In particolare, l’esposizione a lungo termine al rumore causa irritabilità, disturbi del sonno, ... (Continua)

07/06/2024 10:20:00 I cambiamenti inducono comportamenti di dipendenza

Internet altera chimicamente il cervello dei giovani
Uno studio apparso su Plos Mental Health ha preso in esame 12 ricerche precedenti scoprendo che l’uso smodato di Internet ha effetti evidenti sulla chimica del cervello dei ragazzi.
Lo studio ha esaminato i dati di 237 giovani fra i 10 e i 19 anni a cui è stata diagnosticata una dipendenza da Internet, seguendoli per un periodo di 10 anni. "L'adolescenza è una fase cruciale dello sviluppo durante la quale le persone attraversano cambiamenti significativi nella loro biologia, cognizione e ... (Continua)

04/06/2024 11:45:00 Malattia rara caratterizzata da alti livelli di etanolo

La sindrome da fermentazione intestinale
Sentirsi ubriachi senza aver bevuto. Una condizione paradossale vissuta da una donna di 50 anni che si è recata per 7 volte in 2 anni al pronto soccorso con i sintomi tipici di una ubriacatura senza che avesse mai bevuto nulla di alcolico.
Come può succedere? Si tratta della cosiddetta sindrome della fermentazione intestinale, malattia rara che si caratterizza per la presenza di elevati livelli di etanolo nel sangue senza che il soggetto consumi alcol o lo faccia in quantità minime.
Il ... (Continua)

03/06/2024 15:30:00 Eliminati i prodotti di scarto dell’attività neuronale

Di notte il cervello si ripulisce
Nel 2013 con un articolo pubblicato su Science, Lulu Xie e colleghi, al tempo alla University of Rochester Medical Center di New York, avevano dimostrato che durante il sonno avviene una sorta di “pulizia” cerebrale che consente di eliminare tutti i prodotti di scarto dell’attività neuronale accumulati durante il giorno. Fu una scoperta importante che da una parte chiariva uno dei motivi per cui è importante dormire e perché esseri umani e animali sono costretti a riposare ciclicamente e ... (Continua)

24/05/2024 12:00:00 Pubblicati i dati dello studio di fase 3

Bpco, efficace dupilumab
Sono stati presentati, in occasione della sessione conclusiva della Conferenza Internazionale 2024 dell'American Thoracic Society (ATS) e contemporaneamente pubblicati sul New England Journal of Medicine (NEJM), i dati dello studio di fase 3 NOTUS, che ha valutato l'uso sperimentale di dupilumab come trattamento di mantenimento aggiuntivo in adulti con BPCO non controllata in trattamento con terapia inalatoria standard massimale (quasi tutti in triplice terapia) e con evidenza di infiammazione ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10

Italia Salute Redazione TEL. 351.666.0811
Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
Copyright © 2000-2023 Okmedicina ONLUS Riproduzione riservata anche parziale