(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) intrauterini, cerotti, etc. Sono quindi individuate 4 classi di rischio tra le pazienti con diabete, in relazione alla possibilità di impiego di contraccettivi estroprogestinici. Nella prima classe, costituita da donne con pregresso diabete gestazionale, non vi è nessun rischio all’impiego di tali contraccettivi. Nella seconda classe, che comprende pazienti con diabete di tipo 1 o di tipo 2 senza complicanze, si ritiene che il beneficio superi il rischio. Nella terza classe, formata da donne con diabete complicato da retino/neuro/vasculopatia occorre fare una valutazione attenta tra rischi e benefici. Nella quarta classe, nella quale sono comprese pazienti con vasculopatia o durata della malattia superiore ai 20 anni, l’estroprogestinico è controindicato e si può allora ricorrere a un metodo contraccettivo meccanico”.
Il documento, consultabile in maniera integrale sul sito dell'Amd, si propone quindi di aiutare la paziente a evitare qualsiasi danno, garantendo un ventaglio di metodi disponibil e indicando i contraccettivi ormonali più sicuri ed efficaci.
Leggi altre informazioni
22/09/2014 Andrea Piccoli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante