INSONNIA

Consulta centinaia di testi. Indice di tutti gli articoli Insonnia

Sintomi Diagnosi Terapia


Sappiamo tutti cosa è l'insonnia per averla provata almeno una volta nella vita. Gli esperti la definiscono un disturbo del sonno dovuto a una sua insufficienza qualitativa e quantitativa per una alterazione del ritmo sonno-veglia con prevalenza di quest'ultima. L'insonnia è dunque un sintomo più che una malattia e si può manifestare in molte affezioni acute o croniche; nella grande maggioranza dei casi non dipende da una malattia organica, ma è l'espressione di un disturbo funzionale che quasi costantemente si identifica con uno stato di squilibrio emotivo. Nel bambino i disturbi del sonno sono abbastanza frequenti e consistono principalmente in una difficoltà ad addormentarsi o in un sonno agitato e spesso interrotto da incubi oppure in disturbi del sonno conseguenti a situazioni ambientali insolite o disagevoli. Talora i disturbi del sonno. specie in età adolescenziale, sono imputabili a una condizione di instabilità e di ipereccitabilità emotiva. Un particolare disturbo del sonno è rappresentato dal sonnambulismo; si tratta di manifestazioni motorie automatiche e sufficientemente finalizzate e organizzate che non lasciano alcun ricordo al risveglio. Nell'adulto l'insonnia rappresenta un disturbo diverso per significato e gravità. Anzitutto è difficile stabilire regole precise sulla durata ottimale del sonno (questo dato può variare da 6-7 ore per alcuni individui a 9-10 per altri); inoltre l'insonnia può essere occasionale in rapporto a periodi di particolare tensione emotiva, a preoccupazioni familiari o professionali o ad avvenimenti luttuosi; infine l'insonnia può essere più o meno persistente e in tal caso può riconoscere una base nevrotica o una genesi psicotica. In quest'ultima evenienza può rappresentare una manifestazione sintomatica di una schizofrenia, di uno stato delirante cronico, di un accesso maniacale. Anche nella depressione l'insonnia rappresenta un sintomo di particolare gravità.


Sintomi

Difficoltà ad addormentarsi, qualità del sonno scadente, risvegli frequenti.

Diagnosi

In caso di insonnia prolungata senza cause evidenti, per individuare il problema all'origine della patologia e la sua gravità sono utili registrazioni EEG per indagini sul tipo di onde cerebrali presenti e valutazione della respirazione, dell'attività muscolare e di altre funzioni corporee durante il sonno. Può essere utile inoltre tenere una registrazione del tipo di sonno.

Terapia

Nell'insonnia infantile la cura consiste prevalentemente nella rimozione di quelle situazioni disagevoli che spesso ne sono alla base e nella somministrazione temporanea di blandi sedativi. I farmaci, infatti, rappresentano un aiuto prezioso nell'insonnia, anche se nel bambino è sconsigliabile l'uso prolungato di questi prodotti, specie quando si tratti di sonniferi specifici. La cura dell'insonnia dell'adulto dipende dalle situazioni causali. L'assunzione di farmaci ipnotici (adesso per fortuna ne esistono di diverso tipo) deve essere comunque ragionevole e controllata perché non è indispensabile in ogni tipo di insonnia. Più utile, in molti casi, risulta l'uso di blandi tranquillanti dalla brevissima persistenza nell'organismo, che favoriscono il sonno senza provocare fenomeni di assuefazione.

Notizie correlate


L'attività fisica riduce l'insonnia

Lo sport aumenta la durata del sonno e riduce la sonnolenza diurna







Anche l'insonnia fra le conseguenze del Covid

Rischio legato a un'infezione lieve







Dormire male mette a rischio la salute mentale

Maggiori probabilità di ansia e depressione per chi non riposa bene







Un nesso fra ipertensione e insonnia nelle donne

Il trattamento della prima potrebbe risolvere anche la seconda condizione







Ora solare, 5 consigli per evitare lo stress

Come migliorare il sonno e il benessere psicofisico







La regola del 3-2-1 per prepararsi all'ora solare

Un piccolo jet lag da smaltire per stare bene







Temperature più basse per un sonno migliore

Abbassare la temperatura aiuta gli anziani a dormire meglio







Il cambiamento climatico ci toglie il sonno

Il problema peggiorerà sempre di più con il tempo







I farmaci per l'insonnia riducono l'aspettativa di vita

Maggior rischio di morte precoce per chi li assume







I disturbi del sonno dovuti alla pandemia

I bambini hanno trascorso molto più tempo davanti agli schermi







Perché non riusciamo ad addormentarci?

Il problema potrebbe avere una base evoluzionistica







Dormire poco e male, è anche colpa dei denti

Il ruolo del dentista per la diagnosi e la cura dei disturbi del sonno







Dormire bene grazie ai colori

Sì a pareti dai toni freddi e luce calda







5 aspetti del sonno che allungano la vita

Chi soddisfa questi criteri ha più probabilità di vivere a lungo







Sonno di qualità per un buon rapporto di coppia

Gioca un ruolo fondamentale nel benessere della coppia







Nuovo farmaco per l'insonnia

Riesce a bloccare l'orexina







Digitopressione utile per i disturbi del sonno

Nei pazienti affetti da cancro







5 consigli per dormire bene durante le feste

Come approfittare dei giorni di festa per ricaricare le batterie







Dormire bene e in salute: ecco i consigli migliori

Cosa fare per riposare bene e recuperare le energie







Nuova diagnosi per l'insonnia

L'utilizzo dell'Intelligenza Artificiale velocizza il meccanismo







Dormire di più per stare meglio

Cinque o meno ore a notte sono troppo poche







Il caldo di notte compromette la salute

L'afa estiva notturna ha ripercussioni sulla salute pubblica







L'insonnia aumenta i rischi per il cuore

Nei pazienti già colpiti da infarto aumenta il rischio di nuovi eventi cardiaci







Disturbi del sonno per il cambio di stagione, cosa fare

I consigli dell'esperto per ripristinare i ritmi del riposo perduti