Rischio edema polmonare già a 1400 metri di quota

In montagna, i rischi di edema polmonare cominciano gia' sopra i 1400 metri. Uno studio francese, pubblicato sulla rivista 'Chest' mette in guardia i patiti della montagna, magari in partenza per la settimana bianca: anche se la quota non e' elevata, sintomi come respiro affannoso e senso di oppressione al petto non vanno trascurati, perche' potrebbero segnalare la presenza di un edema ai polmoni. Una disfunzione dovuta alla bassa pressione atmosferica che porta gli alveoli polmonari a riempirsi di liquidi, 'succhiati' ai tessuti circostanti.
Claude Martin, dell'Ospedale Universitario di Marsiglia, ha studiato 52 casi di edema polmonare avvenuti, negli ultimi due anni, in uomini giovani che erano andati a trascorrere le vacanze sulla neve. Tutti i casi si erano verificati, sulle Alpi francesi, a quote comprese tra i 1400m e i 2400m, quindi, ad altitudini normalmente considerate ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords |

<-- #include virtual="../4strokevideo.inc" -->

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicit su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 60807 volte